thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Il Lione non vuole cedere in prestito il suo attaccante e allora i bianconeri hanno accelerato su Immobile: si va verso l'accordo con il Genoa.

Continuano le manovre in casa Juve per cercare di completare la rosa acquistando una punta per Antonio Conte. Nelle ultime ore la società bianconera ha allacciato i contatti con il Lione per Lisandro López e con il Genoa per Ciro Immobile. In questo articolo cercheremo di fare chiarezza su come stanno evolvendo i due rispettivi discorsi. Ma partiamo dal 29enne argentino di proprietà del Lione.

Soprannominato in patria “El Bandoneonista”, in lingua italiana “Il Fisarmonicista”, appare avviato a concludere il suo rapporto lavorativo con i sette volte campioni di Francia. Il presidente dei biancoblù, Jean-Michel Aulas, ha ammesso pubblicamente come il bomber sudamericano potrebbe essere sacrificato già nella sessione invernale per gli equilibri finanziari.

Ciò, inevitabilmente, implica l’intenzione di cedere il proprio gioiello a titolo definitivo, soluzione che non convince la Juventus. I bianconeri, infatti, hanno approcciato il discorso seguendo un modus operandi tanto caro al d.g. juventino Beppe Marotta: il prestito con diritto di riscatto.

In Corso Galileo Ferraris non intendono nell’immediato effettuare investimenti onerosi e, in virtù di questo aspetto, avrebbero proposto l’acquisizione temporanea onerosa, offrendo due milioni di euro immediati con diritto di riscatto fissato a 8. La prima risposta è stata negativa.

I transalpini non hanno nessuna intenzione di privarsi in maniera temporanea del proprio fulcro offensivo e, anche il tecnico dei Les Gones, Rémi Garde, ha fatto intendere di voler chiudere a stretto giro di posta la vicenda, in un senso o nell’altro; senza mezze misure.

La trattativa, se tale può essere definita, appare in una fase di stallo. La Vecchia Signora effettuerebbe questo innesto in maniera graduale, mentre il Lione punta ad acquisire tutto e subito. Quindi, in poche parole, appare assai difficile che con questi termini l’affare possa decollare.

Lo scenario potrebbe cambiare drasticamente solamente se Marotta e soci decidessero di ingaggiare a titolo definitivo fin da subito l’ex giocatore del Porto. Aspetto complesso soprattutto in vista dell’obiettivo primario juventino, ossia il pareggio di bilancio.

Ed ecco, quindi, la soluzione di scorta (ma non troppo) targata Ciro Immobile, attualmente in compartecipazione tra la Juventus e il Genoa. I contatti tra i bianconeri e i rossoblù sono frequenti e, nella giornata di oggi, si potrebbe consumare un incontro le due parti in quel di Milano.

I liguri, per lasciar partire colui che finora ha realizzato 5 marcature con la maglia del Grifone, vorrebbero uno tra Simone Padoin, Luca Marrone e Stefano Beltrame. I torinesi, dal canto loro, mirerebbero a riportare nel capoluogo piemontese l’ex punta del Pescara con la formula del prestito semplice, senza sacrificare nessuno dei tre calciatori poc’anzi citati. La sensazione è che l’intesa si potrebbe trovare nel breve termine, complici i buoni rapporti consolidati negli ultimi anni sull’asse Torino-Genova.

Inoltre, nella giornata di ieri, direttamente dal ritiro azzuro di Coverciano, il diretto interessato in merito si è espresso in maniera piuttosto esplicita: “Andare alla Juventus mi farebbe piacere, ovviamente, perché lotterei per un obiettivo come lo scudetto”.

Si può tranquillamente dire, quindi, che il centravanti 22enne di Torre Annunziata appare in netto vantaggio su tutte le altre opzioni. Ora, come sempre, la parola finale spetterà a Conte. Ma il tecnico juventino, anche in occasione della presentazione della trasferta di Parma, ha reso nota la sua stima nei confronti del calciatore allenato da lui stesso nel periodo senese. Un apprezzamento che suona quasi come un benvenuto. Anzi, un bentornato.

Sullo stesso argomento