thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - La Signora è interessata ad un discorso semestrale, la punta cerca un accordo almeno fino al 2014: non è facile trovare un punto d'incontro.

Un bel regalo di Natale, visto l’ottimo ruolino di marcia fin qui fatto registrare, Antonio Conte lo meriterebbe a pieni voti. Per questo motivo, in pieno clima natalizio, la dirigenza della Juventus tenterà di accontentare il proprio tecnico. Come? Cercando di portare la tanto sospirata punta a Torino. Ma veniamo subito al dunque, anzi, a Didier Drogba.

Il 34enne ivoriano, attualmente sotto contratto con lo Shanghai Shenhua, vorrebbe lasciare a gennaio la Cina per trasferirsi nuovamente in Europa, sfruttando la pausa della Super League Cinese. Sull’ex giocatore del Chelsea, oltre all’interesse di numerosi club della Premier d’Oltremanica, esiste anche quello della Vecchia Signora. Ma questa non è una notizia.

La Juventus, infatti, monitora con grande attenzione l’intero mercato mondiale delle punte e, ovviamente, il possibile movimento di un big di questo tipo suscita grande interesse. Appunto, interesse. In Corso Galileo Ferraris, ormai con cadenza quotidiana, vengono effettuati sondaggi sempre e sistematicamente su un unico tema: l’attaccante. Fernando Llorente, Robert Lewandowski e, appunto, Didier Drogba, sono i tre attaccanti che piacciono maggiormente allo staff tecnico zebrato.

Ma se per il primo le difficoltà nell’ingaggiarlo già alla riapertura del calciomercato sono molteplici, e per il secondo ogni pensiero bisogna proiettarlo verso l’estate, per il terzo - molto probabilmente - il discorso è ancor più complesso. La Vecchia Signora, e in più riprese lo ha ammesso anche pubblicamente, non farà follie economiche; soprattutto in questi mesi.

L’ivoriano vorrebbe sposare un nuovo progetto: questa indiscrezione potrebbe far sorridere, giacché stiamo parlando di un prossimo 35enne (li compirà l’11 marzo). Drogba lascerebbe i cinesi solamente per siglare un ricco biennale in una manifestazione più competitiva. Un’ambizione che non trova consensi in casa Juve, dove un’operazione simile l’effettuerebbero impostando un discorso immediato di sei mesi con l’opzione per la stagione successiva.

Salvo un cambiamento di strategia juventina, quindi, appare assai difficile che l’affare posso andare in porto. La concorrenza è delle più agguerrite, nel mezzo c’è una Coppa d’Africa che vedrà protagonista proprio l’ex Blues e i costi non sembrerebbero essere modici. La sensazione è che i “contro” siano maggiori dei “pro”.

Drogba o meno, d’altro canto, alla Juventus sono fortemente motivati nell’inserire in organico una nuova punta. A patto - ovviamente - che si concretizzi un’uscita. Auguri.

Sullo stesso argomento