thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - La Roma sogna il colpo a sorpresa e sonda il terreno per prendere Nani a gennaio. Trattativa difficile, ma i giallorossi sperano.

Sono discorsi separati, ma riguardano entrambi direttamente la Roma di Zeman che, forte del filotto di vittorie, a questo punto crede fortemente nella sessione di gennaio per colmare alcune lacune, sistemare questioni annose e, soprattutto, alzare ulteriormente l'asticella della qualità in alcuni ruoli.

La zona più problematica, l'hanno capito tutti e Zeman insiste in questo senso con il club, è l'intero out di destra, dove dietro il solo Piris deve salvare faccia, baracca e burattini (Taddei bocciato nel ruolo) e davanti sembra destreggiarsi a sufficienza il solo Lamela, comunque snaturato. Da qui è nata la pazza idea, divenuta concreta se non altro per l'incontro diretto avuto da Baldini con l'entourage di Nani, cioè in pratica il fratello dopo il divorzio de facto con il procuratore Mendes.

L'idea resta quella del prestito oneroso dal Manchester United con diritto di riscatto da fissarsi per giugno. Sir Alex Ferguson ha detto esplicitamente all'ala (perfetta per il gioco del boemo) di cercarsi sistemazione in tutto e per tutto. Il discorso è embrionale, ma può decollare soprattutto nel caso Nani confermi la propria resistenza a un trasferimento in Russia.

"Difficilmente Nani lascerà il Manchester United a gennaio. Il giocatore non vuole ridursi lo stipendio e solo top teams possono permettersi quell'ingaggio. Le voci di un suo passaggio all'Arsenal sono assolutamente prive di fondamento".
 Sam Lyon, Chief Editor Goal.com UK
Il discorso Nani-Roma prende quota anche perché ci sono ormai tracce certe circa il fatto che il giocatore si stia proponendo in Liga e Serie A, con i no secchi già ottenuti da Real Madrid, Juventus e Milan che propendono quindi per una soluzione di "seconda fascia", ovvero anche al di fuori dall'attuale contesto Champions League. I problemi pero’ sono molteplici.

Nani è infortunato e quindi non sa quante squadre vorrebbero prenderlo in prestito sapendo che il giocatore non può essere subito disponibile. Inoltre il portoghese che nello United non gioca più non vuole ridursi lo stipendio. Anzi, Nani se non troverà una squadra in grado di garantirgli la stessa cifra che percepisce adesso è disposto a sedere in panchina fino alla scadenza del contratto, nel giugno 2014. La Roma sarebbe entusiasta di prendere il giocatore ma il problema del contratto sembra un vincolo importante e difficilmente superabile.

Discorso difensori in giallorosso: se per il ruolo di quarto basso i nomi sono più o meno sempre i soliti (Jung, Santon, Cassani), a Trigoria c'è una novità in mezzo. Ovvero l'interesse esplicitato dal Napoli per Nicolas Burdisso, sia in prospettiva assenza di Cannavaro per squalifica, sia per un futuro senza Hugo Campagnaro ormai in parola con l'Inter e lontano dal rinnovo contrattuale all'ombra del Vesuvio.

Zeman non avrebbe problemi a lasciar partire l'ex Boca Juniors, anche perché gli scout della società, ovvero gli uomini di Sabatini, pare abbiano già individuato almeno un paio di interessanti alternative in Sudamerica. Anche questa volta, per inciso, in Brasile, sulla scia delle operazioni Castan e Marquinhos.

Sullo stesso argomento