thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Il difensore argentino ha parlato del più illustre compagno di squadra, sottolineandone vizi e virtù. Ed ha elogiato Mancini per come lo sta gestendo.

Mario Balotelli fa sempre parlare di sè, anche i compagni di squadra. Ad elogiare ed al contempo pizzicare il giocatore italiano per qualche suo comportamento fuori dalle righe è l'argentino del City Pablo Zabaleta, in esclusiva a Goal.com.

"Mario al City ha fatto sia cose positive che negative. E' un ragazzo difficile da comprendere, non sai mai cosa aspettarti da lui. Può capitare che un giocatore non abbia nella testa le qualità che si ritrova nei piedi. Da compagno di squadra a volte ti fa sorridere, a volte ti verrebbe da ammazzarlo...".

Il potenziale, però, è sempre fuori discussione: "Ha sicuramente un grande talento, non so se metterlo allo stesso livello di Ronaldo o Messi, ma può essere sicuramente messo a livello degli attaccanti più forti del mondo. Ha un grande talento nei piedi, ma forse non ha lo stesso nella testa".

Zabaleta ha poi elogiato il tecnico Mancini per come gestisce SuperMario: "In squadra alcune volte ti fa ridere, altre volte lo ammazzeresti, ma in fondo è un bravo ragazzo. Nessuno sa meglio di Mancini come gestirlo, visto che lo ha avuto anche all'Inter. Secondo me il mister saprà come farlo crescere al meglio".

Sullo stesso argomento