thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - I bianconeri stanno monitorando con grande interesse la crescita del terzino sinistro della squadra allenata da Garcia: classe 1993, è valutato circa 12 milioni di euro

Non ci sono solamente le spagnole e le inglesi a monitorare Lucas Digne, terzino sinistro del Lille, ormai vera e propria certezza del calcio transalpino. Il giocatore nato il 20 luglio del 1993 a Meaux, infatti, è stato visionato anche dagli 007 juventini, i quali ritengono il numero 3 dei biancorossi di Francia un autentico talento.
 
La Vecchia Signora per quanto concerne la corsia mancina può fare affidamento su più elementi di spessore. Asamoah, De Ceglie e, all’occorrenza, Chiellini, garantiscono un’ampia copertura per l’intera durata stagionale.
Ma nonostante questo aspetto, secondo alcune indiscrezioni raccolte da Goal.com Italia, la Juventus avrebbe messo gli occhi sul talento allenato da Rudi Garcia.

Come dicono i saggi, però, tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare, e questo significa che i bianconeri di Torino non hanno fatto passi concreti per cercare di portare questo giovane diamante nel capoluogo piemontese, ma averlo monitorato nelle scorse settimane, direttamente al Grand Stade Lille Métropole, implica come questo calciatore sia entrato nel radar di Madama.
 
Digne, per chi non lo conoscesse, rappresenta pienamente l’identikit del terzino completo, abile in fase offensiva e in quella difensiva, è munito di un’ottima tecnica di base. Inoltre, fa della progressione e della resistenza il proprio credo calcistico. Proprio per questo motivo, soprattutto negli ultimi mesi, è riuscito a conquistare l’intera fiducia dell’ambiente. Acquisendo anche un valore di mercato certamente significativo (circa 12 milioni di euro).
 
Legato da un contratto fino al 2016 con i francesi, l’ex Crépy-en-Valois è destinato a diventare un vero e proprio uomo mercato del prossimo mercato estivo europeo. Sia Oltremanica e sia in Spagna sono pronti a darsi battaglia pur di mettere le mani sul motorino mancino che tanto bene sta facendo. In Corso Galileo Ferraris, dal canto loro, hanno inserito questo nominativo nel proprio database. Il futuro dirà se questo semplice apprezzamento tramuterà in qualcos’altro. Per il momento, però, Marotta e soci si sono limitati a visionare da vicino le sue qualità.

Sullo stesso argomento