thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Marotta si prepara a sferrare l'assalto decisivo a Llorente, sacrificando uno fra Matri e Bendter. Nelle prossime settimane ci sarà un incontro con i loro agenti.

Un grosso regalo natalizio, in virtù delle grandi imprese effettuate finora, Antonio Conte se lo merita abbondantemente. E qualora la Juventus dovesse approdare agli ottavi di Champions League, ipotesi assai probabile, il dono per il tecnico salentino diverrebbe praticamente automatico. Stiamo parlando, ovviamente, della punta tanto richiesta dall'intero globo bianconero. La dirigenza di Corso Galileo Ferraris ha deciso di inserire in organico un nuovo centravanti. A patto, però, che il tutto avvenga a condizioni economiche favorevoli. Aspetto decisamente da non trascurare.

Fernando Llorente ('85), bomber in scadenza di contratto con l'Athletic Bilbao, è sempre l'oggetto del desiderio di Madama. La stanza dei bottoni bianconera continua a monitorare speranzosa questa pista, ma portarlo nel capoluogo piemontese già a gennaio non sarà facile, in quanto i baschi hanno deciso da tempo di non cedere il proprio tesserato a gennaio, chiudendo tutte le porte a una possibile partenza nel mercato invernale. D'altra parte, però, a Torino sono convinti che alla lunga l'affare si possa sviluppare. Marotta e soci sarebbero disposti a offrire 7 milioni di euro e, considerando che il Re Leone il 30 giugno 2013 si svincolerà dal legame contrattuale con il suo attuale club, la proposta zebrata la si può tranquillamente catalogare nella voce "ragionevoli".

La Vecchia Signora nel mese dicembre dovrà essere brava a creare le condizioni per poter effettuare questo innesto. Lo sbarco in riva al Po di un nuovo attaccante, infatti, comporterebbe l'uscita di uno tra Nicklas Bendtner e Alessandro Matri. E anche per quanto concerne questi due calciatori esiste un'importante novità che non si può non raccontare: nelle prossime settimane i dirigenti della Juventus incontreranno i due rispettivi entourage per fare il punto della situazione. Decisioni definitive, al momento, in casa bianconera non sono state prese, ma a stretto giro di posta a tal proposito verrà fatta chiarezza. Per il bene di tutte le parti interessate.

Conte, dal canto suo, vedi le ultime formazioni schierate, in questo periodo preferisce puntare sul tris targato Vucinic, Giovinco e Quagliarella. Segno che non è soddisfatto del suo parco offensivo, segno che sta premendo affinché la società gli regali una nuova lancia da inserire nella sua nobile faretra. La sensazione é che questa volta a Torino siano propensi ad accontentare il proprio condottiero. Se ottavi d'Europa che conta saranno, inevitabilmente, non ci saranno più scuse. Marotta e Paratici sono avvisati.

Sullo stesso argomento