thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - La Swiss Super League è diventata terreno di caccia per gli osservatori delle big nostrane: possibile qualche operazione già a gennaio.

La Svizzera calcistica ha progressivamente conquistato la sua scena all'interno del panorama europeo, e si può tranquillamente affermare che il tasso di crescita va incrementandosi di anno in anno soprattutto nell'ultimo lustro. Una delle cause più evidenti è la particolare accoglienza che la nazione elvetica riserva agli emigranti che hanno qualcosa di buono da proporre.

Tra questi, i calciatori in erba, categoria sempre più in voga, che è ben diverso dal calciatore con passaporto nazionale di seconda o terza generazione. Quello è più il caso tedesco, cioé figli e nipoti di onesti lavoratori. Valon Behrami è solo un caso tra tanti, ma ciò non toglie che le attenzioni dei club italiani siano ora rivolte anche appena al di là dell'arco alpino.

Succede così anche agli osservatori di Lazio, Juventus e Roma . Oltre che delle milanesi, della Fiorentina e anche le cosiddette “provinciali” del nord. Le prime tre citate, però, hanno all'attualità anche già individuato il loro nome nuovo da seguire e monitorare costantemente in ottica acquisti prossimi venturi.

La Lazio è infatti molto interessata all'esterno offensivo del Grasshoppers Izet Hajrovic, giocatore duttile e rapido, diciamo un Krasic meno egocentrico e banale nel modo di giocare. E' il fratello maggiore di Sead, difensore di due anni più giovane, pescato anche lui nelle giovanili del Grasshoppers dall'Arsenal di Wenger. Classe 1991, Izet rispecchia il tipo di giocatore che Lotito segue da tempo, cioé uno scattista capace di muoversi bene su entrambe le fasce dal centrocampo in su. Pare, tra l'altro, che in questo caso ci sia anche l'indicazione diretta di Petkovic, uno che di calcio elvetico se ne intende.

Per quanto riguarda la Juventus, il reparto scouting segue con attenzione il centrale difensivo del Basilea Fabian Schar. Calciatore di grande mole e buona tecnica, si è conquistato una maglia da titolare a suon di prestazioni e si parla oltretutto di un profilo capace anche di muoversi molto bene da terzo centrale di destra. Non a caso, assomiglia per certi versi molto ad Andrea Barzagli. Bravo anche in elevazione, questa qualità gli è valsa già 2 reti in 4 apparizioni in campionato e un sigillo in Europa League. Costa 2 milioni scarsi e Paratici potrebbe non farsi scappare l'occasione.

In ultimo, la turbolente Roma che comunque non sta ferma sul mercato. La corsia bassa di destra resta una delle grandi voragini in rosa e non a caso Sabatini ha messo gli occhi su Silvan Widmer dell'Aarau, il nuovo Lichtsteiner in pratica. Salvo scoprire che il ragazzo ha già un precontratto firmato con il Granada.

Brutta notizia, se non fosse che a questo punto basterebbe aprire una trattativa con l'Udinese, interlocutore ostico ma anche molto interessato ad alcuni giovani profili giallorossi tra i quali Caprari. Ma non se ne parla prima di giugno, parola della famiglia Pozzo.

Sullo stesso argomento