thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - L'argentino è il primo obiettivo del Grifone per gennaio, il portiere può sboccare l'affare. I biancocelesti puntano l'italo-svedese del City.

La chiave per concretizzare con la Lazio ciò in cui ormai il presidente Preziosi crede, cioè nell'arrivo di Mauro Zarate al Genoa già gennaio a titolo definitivo per una cifra intorno ai 7 milioni di euro, porta il nome tutto italiano di Antonio Donnarumma. Sì, un portiere, ovvero il terzo in ordine gerarchico in casa rossoblu, protagonista l'anno passato in Serie B con il Gubbio dopo una parentesi a Piacenza e l'intero settore giovanile trascorso al Milan dove era il pupillo dell'allora responsabile Angelo Colombo.

L'inserimento nella trattativa di Donnarumma, originario di Castellammare di Stabia come Fabio Quagliarella e attenzionato non a caso anche dal Napoli in ottica futura, avrebbe una duplice conseguenza.

La prima è quella di attestare ben al di sotto dei 10 milioni di euro il costo del cartellino del fantasista argentino (ormai fuori dai piani di Petkovic e totalmente incompatibile con lo spogliatoio biancoceleste dove ha rotto anche con i senatori). La seconda è far sì che la Lazio possa liberarsi di Carrizo, desideroso di tornare in Argentina, sponda River, convinto di poter rinconquistare un posto nel giro della propria nazionale. Per Bizzarri, invece, nessun problema anche in caso di retrocessione a terzo portiere.

Chiaro che a questo punto Lotito e Tare navighino a vista alla caccia di un attaccante complementare a Klose ma neppure troppo diverso, se possibile, visto che il fuoriclasse tedesco non può garantire tutte le gare ufficiali. Rocchi non basta più, anche per motivi anagrafici. Torna quindi alla ribalta, da fonti romane, il nome dello svedese John Guidetti del Manchester City.

Giovane, forte, baldanzoso e straordinario nelle due precedenti sessioni di prestito. Ora nel gruppo di Mancini è totalmente chiuso e l'allenatore ha finalmente dato l'ok alla cessione. Ma anche qui c'è il problema: il City valuta cessioni in prestito, la Lazio accetterebbe soltanto a fronte di un diritto di riscatto che potrebbe assestarsi sui 7 milioni di euro.

Il Siena provò qualcosa di analogo negli ultimi giorni di agosto, ma giocatore e City non gradirono la clausola. Adesso i tempi, in pochi mesi, sono cambiati e la Lazio, con tutto il rispetto, non è l Siena. Guidetti accetterebbe, i Citizens preferirebbero invece il parcheggio al Norwich che negli ultimi 20 giorni si è gettato forte sul giocatore.

Sullo stesso argomento