thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Non trovano riscontro le voci di 'caso' per lo scarso impiego. Le difficoltà offensive della Juve avvicinano l'ora della maglia da titolare per l'ex Arsenal.

Le ultime dichiarazioni rilasciate dall’entourage di Nicklas Bendtner hanno spaventato l’ambiente Juventus. I procuratori del danese hanno fatto capire come l’attaccante di proprietà dell’Arsenal sia scontento del suo attuale momento alla Juventus e, soprattutto, hanno fatto capire come il mercato di riparazione potrebbe caratterizzare la possibile rottura del matrimonio tra l’uomo di Copenaghen e la Vecchia Signora.
 
In Corso Galileo Ferraris, però, si predica calma. Lo staff tecnico ripone realmente grande fiducia nei confronti dell’ex Sunderland e questa tesi viene testimoniata dai quotidiani allenamenti di Vinovo.

Chi segue costantemente i bianconeri, infatti, narra di un gruppo di lavoro affiatato che sta tentando di mettere nelle miglior condizioni la punta centrale prelevata dai Gunners lo scorso 31 agosto. Considerando l’ormai consueta situazione complessa delle punte juventine, portare al top della condizione il danese rappresenta una priorità per Madama.

I due spezzoni fatti registrare finora, ovvero quelli contro il Chievo Verona e con il Nordsjaelland, non possono offrire spunti per creare una vera e propria analisi e le gare venture serviranno proprio per capire se la Juventus punterà realmente (o meno) sull’elemento cresciuto nelle giovanili del B 93.
 
Bendtner, per caratteristiche tecniche, potrebbe coesistere nel migliore dei modi in abbinamento con uno tra Mirko Vucinic e Sebastian Giovinco. E’ la classica prima punta capace di risolverti la partita in un lampo, esteticamente non bella da vedere, ma terribilmente efficace in un contesto a lui consono.
 
Nelle prossime sfide, con il ritorno di Simone Pepe, il lancio dell’ex pupillo di Arsene Wenger potrebbe essere totale. Infatti, con il ritorno (all’occorrenza) del 4-3-3, la punta della Nazionale biancorossa potrebbe mettere ancor maggiormente in risalto tutte le sue qualità.
 
Proprio per questo motivo, sempre secondo quanto raccolto da Goal.com Italia, la Juventus non avrebbe nessuna intenzione di bocciare già in maniera perentoria il suo ultimo acquisto estivo. Conte e soci sono convinti della sua utilità e, come dicevamo precedentemente, considerano il ragazzo in piena fase di lancio.
 
La Vecchia Signora può fare affidamento (al momento) su due prime punte di ruolo: Matri e, appunto, Bendtner. Il primo finora si è tolto la soddisfazione di realizzare una sola rete in nove presenze complessive. Un ruolino di marcia che desta grosse preoccupazioni globali e che va assolutamente cambiato a stretto giro di posta.
 
Il centravanti scandinavo deve assolutamente sfruttare questa possibilità, ossia quella di poter scavalcare l’ex cagliaritano nelle gerarchie preferenziali del mister salentino. Insomma, questa unione deve continuare. Contro tutto e tutti. Per il bene dell’intera Juventus.

Sullo stesso argomento