thumbnail Ciao,

McManaman racconta la rivalità tra Real Madrid e Barcellona: "Il 'Clasico' è molto più di un match, è come la guerra tra due nazioni"

ESCLUSIVA - L'ex centrocampista delle 'Merengues' ai microfoni di Goal.com: "E' una partita strana infiammata da secoli di divisioni. Il Barcellona stavolta è favorito".

Si avvicina il 'Clasico' e Goal.com ha raggiunto in esclusiva uno dei campioni che in passato hanno provato l'emozione di disputare quella che si può considerare la partita più attesa e seguita al mondo: Steve McManaman.

L'ex centrocampista del Real Madrid racconta i suoi ricordi di quelle grandi sfide: "Il Barça era un grande avversario e la gente di Madrid vuole vincere contro il Barcellona, sempre e comunque. Quando giocavo nel Real sono stati fortunati perchè avevemo sempre la meglio in campionato anche se di recente le cose sono cambiate. Ricordo quando andavamo a Barcellona il nostro bus veniva costantemente preso a sassate, non vedevi l'ora di scendere in campo e cominciare la battaglia".

McManaman ha giocato anche il derby di Liverpool e quello di Manchester ma ammette che il 'Clasico' è speciale: "C'è grande rivalità tra Liverpool e Manchester United o Liverpool ed Everton ma non ho mai visto le connotazioni politiche presenti nei derby spagnoli. E' quasi come se due nazioni fossero in guerra, anche se fanno parte dello stesso paese. Centomila persone al Camp Nou e ottantamila al Bernabeu danno l'idea della portata di questa sfida, maggiore di tutte le altre che ho mai vissuto".

"Quando giochi al Camp Nou o a Madrid - aggiunge l'ex 'Galactico' - tutti sanno che in Spagna ci sono due fazioni contrapposte, Catalani contro madrileni, la Catalogna contro la Spagna, si odiano a prima vista, come due rivali. E' una partita strana infiammata da secoli di divisione nei quali i due popoli non sono mai andati d'accordo".

Infine un pronostico sulla gara di domenica sera: "Sarà una partita equilibrata, il Real ha vinto a Barcellona nello scorso campionato ma poi ha perso in Supercoppa ad inizio stagione. Il Barcellona è favorito perchè è in casa e perchè il Real non può permettersi di perdere ma credo che se alla fine strappa un pareggio può essere soddisfatto".

Sullo stesso argomento