thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Intervistato in Esclusiva da Goal.com, Claudio Zuliani ha anticipato i temi di Chelsea-Juventus. "Sarà una gara difficile, ma sono curioso di vedere che Juve sarà".

Per quanto concerne l’ormai imminente ritorno juventino in Champions League, la redazione di Goal.com Italia ha contattato un volto noto molto amato dai tifosi della Vecchia Signora: stiamo parlando di Claudio Zuliani, commentatore ufficiale delle partite della Juventus per Mediaset Premium, nonché opinionista di 7 Gold Diretta Stadio:

Claudio, gli uomini di Conte oggi faranno ritorno nell’Europa che conta. Che sensazioni stai provando?
 “Una grande emozione mista ad attesa spasmodica. Manchiamo da tre stagioni e le ultime apparizioni in Europa sono da dimenticare. Insomma, la voglia di rivincita e di riposizionamento si fanno sentire”.
 
Debutto nel Gruppo E subito contro il Chelsea: che tipo di gara sarà?Un match molto difficile. Il Chelsea non viene da un buon momento, ho visto la loro partita contro il Queens Park Rangers e mi hanno dato l'impressione di essere molto macchinosi e con grandi problemi nella fluidità della manovra offensiva. La Juve, dal canto suo, ha pochi giocatori di esperienza internazionale e questo potrebbe causare un inizio gara di grossa fatica: anche perché i Blues sono i campioni in carica e giocheranno nel loro stadio. Sono curioso di vedere come la Juve reagirà in un campo dove l'atmosfera sarà tutta a favore – ovviamente – degli uomini di Roberto Di Matteo”.
 
Nella passata stagione la Champions League è stata vinta da una compagine che non ha sicuramente praticato un buon calcio. Secondo te chi sono le favorite alla vittoria finale di questa edizione? “La scorsa edizione non ha vinto l'anticalcio, ma una squadra che, da gennaio in poi, ha rimesso in gioco i suoi campioni più esperti e rappresentativi (Terry, Lampard e Drogba), d’altro canto la Champions League viene considerata dai più come la “competizione dei dettagli”.

Quindi.... "Le favorite, per spessore tecnico e rosa ampia ,rimangono Barcellona, Real Madrid e Manchester United".
 
In molti dicono che la Juventus sia una squadra "europea", secondo te sotto il profilo del gioco ci sono così tanti club superiori a Madama? “Sotto il profilo del gioco probabilmente no, ma sotto l'aspetto qualitativo magari sì. Le due spagnole, le due inglesi di Manchester e il Bayern Monaco rimangono un gradino distanti. E poi nella lista aggiungo anche il Paris Saint-Germain che potrebbe rivelarsi una vera e propria una mina vagante. La Juve, però, ha di buono che ha costruito un centrocampo fortissimo con sei elementi di livello europeo. Un reparto davvero e di spessore e di qualità”.
 
Quanto manca la presenza di Conte in panchina e, nello specifico, quanto mancherà in Champions? “Tantissimo. Inevitabilmente in alcune gare si delineano periodi di grande difficoltà e, in questi casi, un’occhiata o una direttiva di Antonio si rivelano elementi decisivi per il prosieguo dell’incontro. Tuttavia, la Juventus anche con Carrera in panchina ha fatto capire di che pasta è fatta”.

Sullo stesso argomento