thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - La dirigenza juventina è soddisfatta del lavoro di Marotta e Paratici e sarebbe pronta a rinnovare i loro contratti per aprire con loro un ciclo.

L’operato di un manager è sempre complesso da giudicare. Se riesci ad effettuare acquisti proficui significa che hai compiuto degnamente il tuo mestiere, mentre se fallisci degli investimenti vieni marchiato a vita unicamente per gli errori.

E’ un po’ il caso di Beppe Marotta, direttore generale della Juventus, nonché uno degli elementi principali della rinascita juventina. Il manager lombardo, infatti, anche grazie al suo prezioso contributo, è riuscito a ridare una dignità calcistica a una società che l’aveva persa negli anni burrascosi targati Jean Claude Blanc, Giovanni Cobolli Gigli e Alessio Secco.

Grazie al suo meticoloso lavoro e, soprattutto, operando in piena simbiosi con il direttore sportivo della Vecchia Signora, Fabio Paratici, è riuscito a conquistare due titoli in due stagioni complessive conseguite sotto la Mole Antonelliana.

Sì, è vero, Antonio Conte è il vero valore aggiunto di questo club e, se non fosse stato per l’esonero di Gigi Del Neri (errore), probabilmente l’allenatore salentino non sarebbe sbarcato nell’immediato nel capoluogo piemontese e, quindi, verosimilmente certi risultati celeri non sarebbero giunti in casa Madama.

Ma la storia del calcio è piena di “se” e di “ma” e, con questi, non si va da nessuna parte. Intendiamoci, come dichiara il sommo Giampiero Boniperti: “Alla Juventus vincere non è importante. E’ l’unica cosa che conta “, di conseguenza, seguendo questo motto, si può tranquillamente affermare come il quadro bianconero, assieme ai suoi fidi collaboratori, sia stato bravo nel riuscire a rilanciare ai massimi vertici la Signora del calcio italiano..

Così come s’è rivelato estremamente competente, nel suo biennio torinese, a ingaggiare giocatori che si sono rivelati funzionali al progetto piemontese.

Certamente, vi sono anche gli errori, vedi alcuni acquisti a dir poco non azzeccati e, soprattutto, la gestione dell’ipotetico ingaggio del fantomatico top player. Ma in termini complessivi, risultati alla mano, l’operato fatto registrare fin qui è stato dei più pregevoli e, proprio per questo motivo, secondo alcune indiscrezioni raccolte da Goal.com Italia, in Corso Galileo Ferraris stanno valutando l’opzione di prolungare il contratto dell’attuale d.g. bianconero (in scadenza il 30 giugno 2013).

Sempre secondo quanto appreso dai soliti ben informati, il presidente del club sabaudo, Andrea Agnelli, profonde grande stima nei confronti del suo manager e, inoltre, apprezza anche in maniera significativa Fabio Paratici, grandissimo conoscitore dell’intero calcio mondiale.

In definitiva: Marotta e Paratici sono destinati ad aprire un vero e proprio ciclo in riva al Po e, qualora anche questa stagione dovesse offrire importanti soddisfazioni sotto il profilo sportivo, il prosieguo in Juventus per entrambi sarebbe pressoché scontato: rinnovi in vista?

Sullo stesso argomento