thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Contatti allo stato embrionale tra i due club per il centrale brasiliano, un pallino di Antonio Conte. La famiglia Pozzo vuole 12 milioni.

L’asse Juventus-Udinese, vedi gli ultimi affari Isla e Asamoah, è sicuramente dei più roventi. Le due società bianconere, soprattutto negli ultimi anni, hanno consolidato un rapporto di vera e propria amicizia e, per quanto concerne la prossima stagione calcistica, in prospettiva potrebbero delineare nuovi affari.

Danilo Larangeira, classe 1984, difensore centrale brasiliano, secondo indiscrezioni raccolte da Goal.com Italia, è un calciatore che stuzzica (e non poco) la fantasia del condottiero juventino, Antonio Conte.
 
Regista difensivo della compagine guidata da Francesco Guidolin, dotato di ottimi piedi, abile in fase di marcatura, nonché elemento eclettico, è stato visionato più volte dagli osservatori zebrati. L’ex calciatore del Palmeiras, con buona probabilità, considerando la lungimirante politica aziendale friulana, a fine stagione saluterà Di Natale e soci e, in tal senso, la Vecchia Signora è vigile; pronta a sferrare l’offensiva decisiva.

D’altra parte, e il calciomercato lo insegna, certe operazioni vanno imbastite con grande anticipo e, assicurarsi l’ennesimo gioiello della famiglia Pozzo, non rappresenta sicuramente una missione semplice. Anche perché su questo giocatore è forte l’interessamento di alcune dirette concorrenti italiane (Inter e Milan) e delle solite big straniere.

La bottega della società nata il 30 novembre del 1896, com’è risaputo, è delle più care. Le zebrette, infatti, vorrebbero ricavare da questa (futura) uscita almeno 12 milioni di euro. Una cifra considerevole, considerando il difficile periodo economico che sta attraversando l’Italia intera. Ma l’Udinese, e la storia recente lo insegna, si priva dei miglior tesserati solamente dinanzi a proposte significative e, di conseguenza, anche per Danilo non verranno fatti strappi alla regola.

Tuttavia, sempre secondo i soliti ben informati, gli 007 juventini continueranno a seguire attentamente il verdeoro. Mister Conte, allo stato attuale delle cose, può fare già affidamento su un settore di pregevole fattura, composto da elementi d’esperienza (Chiellini, Barzagli, Lucio, Bonucci e Caceres) e da altri dal futuro a dir poco roseo (ogni riferimento a Marrone è puramente voluto). Senza contare che c’è sempre Masi, attualmente in prestito alla Pro Vercelli, pronto a consacrarsi definitivamente a stretto giro di posta.

La Juventus, però, da grande club qual è, setaccia costantemente il mercato per tentare di incrementare il tasso qualitativo globale della rosa. Danilo, in quest’ottica, potrebbe rivelarsi la classica occasione marottiana.

Attualmente questo interesse è ancora in fase embrionale, la compravendita estiva s’è conclusa da poco e, quindi, Marotta e Paratici dispongono di tutto il tempo necessario per poter ponderare le mosse future. La pista Danilo-Juventus è da osservare attentamente, in quanto gli ingredienti per poter ripetere un nuovo colpo sulla tratta Torino-Udine sembrerebbero esserci tutti; che la famiglia Pozzo si stia accingendo a compiere l’ennesimo capolavoro di mercato?

Sullo stesso argomento