thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Il basco è diventato il primo obiettivo della Signora in attacco. Caldo il canale con il club basco, bianconeri fiduciosi di chiudere alle proprie condizioni.

Proseguono i contatti sull’asse Athletic-Juventus per tentare di capire le reali opportunità di portare Fernando Llorente alla corte di Antonio Conte. Secondo quanto appreso da Goal.com Italia, infatti, nelle ultime ore si sarebbero registrati ulteriori sviluppi che potrebbero far presagire novità nel breve tempo.

L’attaccante dell’Athletic Bilbao, nato il 26 febbraio del 1985 a Pamplona, è diventato a tutti gli effetti la prima scelta bianconera per rafforzare l’attacco. L’ad bianconero, Beppe Marotta, con l’ausilio del suo più caro collaboratore, Fabio Paratici, sta cercando di quadrare il cerchio. L’offerta juventina in direzione Biscaglia è stata già formulata: 18 milioni di euro più bonus, per un totale di 20 milioni. I baschi, invece, ne vorrebbero almeno 30 cash.

Insomma – per il momento – c’è una sostanziale differenza, ma in Corso Galileo Ferraris, e questa è la novità della ultim’ora, sono convinti di poter ragionare su cifre minori e, qualora si verificassero le condizioni, anche di chiudere. Mandando letteralmente in frantumi l’ipotesi targata 36 milioni, ossia l’ipotetico pagamento della clausola rescissoria del calciatore cresciuto nelle giovanili del Funes.

Parlavamo di contatti. La stanza dei bottoni zebrata – come dicevamo – continua a lavorare significativamente per tentare di sbloccare questo affare assai complesso. Marotta e Paratici la scorsa settimana hanno fatto registrare un colloquio telefonico piuttosto deciso e, il presidente dei baschi, Josu Urrutia, non ha affatto chiuso le porte.

Anzi, archiviata questa storia finita male, con tanto di contestazione dei sostenitori del Bielsa-team nei riguardi del loro vecchio idolo, l’obiettivo dei Rojiblancos diventa quello di racimolare più soldi da questa cessione e, nello specifico, di non cedere El Rey Leon a un big della Liga. Quindi, con questo ragionamento, si può tranquillamente escludere un possibile inserimento nel discorso del Real Madrid di Mourinho.

Anche l’interessamento degli inglesi del Tottenham non spaventa la Vecchia Signora, in quanto il fresco campione d’Europa all’Europeo 2012 vorrebbe sposare un progetto che includa un’esperienza in Champions League e, gli uomini guidati da Villas Boas, in questa stagione non disputeranno questa manifestazione.

Alla conclusione di questa sessione del calciomercato mancano dieci giorni, in Corso Galileo Ferraris dovranno essere bravi a scovare la carta vincente per acquistare la punta tanto attesa da tutto il mondo bianconero. In queste ore, inoltre, un noto emissario Fifa volerà in Spagna per far progredire questa operazione.

Il calciatore non vede l’ora di lasciare il suo attuale club per trasferirsi altrove e, la Juventus, è un’ipotesi che lo alletta particolarmente. Marotta e soci non sono intenzionati ad alzare l’offerta, ma credono fortemente nelle loro motivazioni, ossia nei 20 milioni globali per un elemento legato ancora da un solo anno di contratto con l’Athletic Bilbao. Ora, però, è giunto il momento di affondare il colpo decisivo.

Sullo stesso argomento