thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - L'Atalanta chiede 6 milioni per Peluso, l'Udinese ne vuole 5 per la comproprietà di Armero: i bianconeri sceglieranno a breve quale pista seguire.

Acquistare un terzino sinistro rappresenta una priorità per il club di Corso Galileo Ferraris e, nei prossimi giorni, la dirigenza della Juventus deciderà su chi sferrare l’offensiva decisiva. Gli indiziati, secondo quanto appreso da Goal.com Italia, sono sempre i soliti: Federico Peluso (’84) dell’Atalanta, che piace molto al tecnico bianconero, Antonio Conte, e Armero dell’Udinese, ossia colui che riscuote più consensi tra i vertici dirigenziali zebrati.
 
L’opzione orobica, nei mesi scorsi, sembrava quella più in auge. Il direttore generale bianconero, Beppe Marotta, infatti, nel mese di giugno, si era incontrato con il direttore tecnico dei lombardi, Pierpaolo Marino, per cercare di capire se ci fossero gli estremi per impostare un discorso. Il club della famiglia Percassi, dal canto suo, ha dato piena disponibilità nell’imbastire una trattativa sulla base di 6 milioni di euro. La Vecchia Signora, invece, ritiene che quest’investimento ne valga 4 e, per questi motivi, le due società non hanno definito l’affare e, probabilmente, con questa distanza economica non riusciranno a trovare l’accordo definitivo.

Sull’ex terzino sinistro, tra le altre, dell’Albinoleffe, inoltre, è forte anche l’interessamento della Lazio, ma anche in questo caso, la stanza dei bottoni bianconera, non ha nessuna intenzione di duellare in un’asta e, quindi, se i nerazzurri non accetteranno la proposta juventina, non se ne farà nulla.
 
Discorso complesso anche quello che potrebbe portare Armero (’86) alla corte dell’allenatore salentino. I rapporti tra Juventus e Udinese sono ottimi e, i recenti affari targati Isla e Asamoah, lo testimoniano nettamente. D’altro canto, però, i friulani non vogliono cedere il proprio tesserato tramite il prestito con obbligo di riscatto, mediante gentlemen’s agreement. Chi vorrà acquistare il forte laterale colombiano lo dovrà fare o con la formula della compartecipazione, oppure a titolo definitivo.

A Torino continuano a sperare di addolcire la posizione dei dirimpettai con la tattica dello sfinimento e, nei prossimi giorni, è previsto un nuovo summit di mercato tra i due club. Il calciatore, dal canto suo, sarebbe felice di sposare la causa juventina e, fondamentalmente, spera che la sua attuale società gli dia l’opportunità di effettuare questo salto professionale. La valutazione globale dell’ex calciatore del Palmeiras si aggira intorno ai 10 milioni di euro, ma, come dicevamo, qualora Marotta e Paratici decidessero di investirne immediatamente 5 milioni per acquisirne il 50 per cento, molto probabilmente, chiuderebbero il discorso in due minuti.
 
Da escludere categoricamente, invece, la possibile permanenza di Reto Ziegler. Il terzino elvetico non ha convinto nuovamente lo staff tecnico juventino e, nel capoluogo piemontese, si attende solamente l’offerta giusta per lasciar partire il calciatore svizzero. Con 3 milioni di euro l’ex elemento, tra le altre, della Sampdoria, potrebbe salutare il mondo zebrato. Su di lui è sempre forte l’interessamento del Benfica, mentre la Lazio finora ha effettuato solamente un timido sondaggio. Anche in questo caso la volontà della Vecchia Signora è quella di chiudere a stretto giro di posta la faccenda. Plusvalenza in vista.

Sullo stesso argomento