thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Dopo essere stato pezzo pregiato del mercato nelle scorse sessioni, il brasiliano si è smarrito. Adesso cerca il rilancio in Serie A.

C'era una volta in cui era considireato il miglior talento brasiliano di centrocampo dai tempi di Emerson. Anzi, dai tempi di Falcao. Completo, fisicamente moderno ma morbido nella cura del pallone, di personalità straripante e con il sorriso appiccicato alle labbra. Il perfetto numero 5 della selezione verdeoro del terzo millennio. Il suo nome era (e tuttora è) Carlos Henrique Casimiro, in arte semplicemente Casemiro.

D'altronde, è il vero faro della nazionale brasiliana under 20 che in meno di dieci mesi vince il titolo sudamericano in Perù per poi imporsi comodamente nel mondiale di categoria disputato in Colombia.

Ecco, quel calciatore esiste ancora e ha poco più di 20 anni. E' lo stesso per il quale l'Inter provò il colpaccio con un'offerta di 12 milioni cash nell'estate marchiata a fuoco dall'arrivo di Rafa Benitez in sostituzione del partente José Mourinho.

C'era il sì di tutti, in società; c'era ancora voglia e possibilità di spendere e spandere: a dire no fu Juvenal, presidente plenipotenziario del San Paolo, proprio lui che oggi autorizza i migliori intermediari internazionali a trattare il calciatore in Europa per meno di 7 milioni di euro dopo che Casemiro (in rotta con la società da 6 mesi) è riuscito anche a perdere la convocazione per le Olimpiadi di Londra.

Il calciomercato offre anche questo. E ad approfittarne potrebbero essere le italiane, al momento un po' più convinte delle spagnole. Nella fattispecie Genoa e Napoli, visto che la Roma non disdegnava il giocatore ma ora è totalmente bloccata dai vincoli Figc sul tesseramento di calciatori extracomunitari.

Gli slot giallorossi sono pieni e Lo Monaco che è un furbone tiene il colpo in canna. Partenopei invece in posizione più defilata, in attesa di capire il destino di Walter Gargano e rompere finalmente gli indugi sul mercato in entrata.

Sullo stesso argomento