thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Il colpo d'autore atteso da Galliani sarà con ogni probabilità nel reparto avanzato. Serve una soluzione di riserva per lo svedese.

Primo giorno di Milan. Primo giorno di raduno a Milanello per "ricominciare da zero", come ha detto Massimiliano Allegri. Ma i temi caldi sono sempre gli stessi: chi va, chi resta e chi arriva. "Il mercato è lunghissimo", spiega Adriano Galliani che non garantisce nulla, ma non esclude sorprese.

Intanto però in conferenza stampa elogia il proprio allenatore che in due stagioni ha fatto più punti di tutti. Una stima profonda quella che l'amministratore delegato nutre nei confronti di mister Allegri. Ecco perché il mercato rossonero cercherà, nei limiti del possibile, di seguire le indicazioni tattiche del tecnico toscano.

Se per Cassano non sono arrivate (ancora) richieste importanti, qualcosa in più si è mosso per Robinho. Niente di trascendentale però, quindi per la seconda punta eventualmente si può attendere. Un po' meno per la prima. Con l'addio di Inzaghi e la non riconferma di Maxi Lopez, Allegri si ritrova con una sola vera prima punta: Zlatan Ibrahimovic.

Il tecnico rossonero non può permettersi, come già accaduto l'anno scorso, di non avere un sostituto in caso di necessità (più che per un infortunio, magari per una squalifica dello svedese). Ecco perché il club di via Turati starebbe sondando alcune piste percorribili.

NOMI SUL TACCUINO MILAN
MATTIA DESTRO
Serve prima l'intesa tra Siena e Genoa, poi il Milan s'inserirà su di lui
 
ANDY CARROLL
C'è stima da parte della proprietà, fattibile solo tramite prestito
 
EDIN DZEKO
Vecchio pallino rossonero, è in uscita dal Man City e se ne parla
La prima è quella risaputa che porterebbe a Mattia Destro. Galliani ne ha parlato con Preziosi e, quando Siena e Genoa si metteranno d'accordo, le trattative entreranno nel vivo.

Il Milan butta un occhio anche all'estero. I rapporti amichevoli che legano il club rossonero con il Liverpool potrebbero portare a una svolta importante. Nello specifico, qualche tempo fa, Pier Silvio Berlusconi si era detto molto impressionato dalla fisicità di Andy Carroll tanto da averlo accostato proprio a Ibra.

Quale miglior sostituto dello svedese dunque se non l'attaccante inglese classe '89? Giovane e forte con tanta voglia di mostrarsi al grande pubblico. La trattativa dovrebbe prevedere un prestito con diritto di riscatto a fine stagione, cosa che il Milan gradirebbe eccome. Sarebbero questi, dunque, i prossimi piani rossoneri con un'eventuale alternativa in serbo.

Il Milan, infatti, è in attesa che il Manchester City concluda la propria campagna acquisti in attacco - con il probabile approdo di Van Persie - per poi andare a sondare le opzioni-esuberi che i Citizens potrebbero scartare. Tevez ha animato a lungo i sogni di Galliani, ma soprattutto Edin Dzeko è sempre stato un pallino del club rossonero.

Insomma, il mercato è lungo e la sensazione è che non sarà privo di sorprese.

Sullo stesso argomento