thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - I bianconeri avrebbero offerto 30 milioni al Chelsea per l'attaccante spagnolo, ma l'ingaggio faraonico del giocatore frena non poco la trattativa.

In casa Juventus si continua a inseguire sempre e sistematicamente il famoso “top player” da fornire al tecnico bianconero, Antonio Conte. Il sogno juventino, ed ormai è diventato il segreto di Pulcinella, è sempre quell’Edinson Cavani che il Napoli di Aurelio De Laurentiis non vorrebbe cedere per nulla al mondo.

Per stessa ammissione del patron partenopeo, infatti, l’attaccante uruguaiano potrebbe salutare la Campania soltanto se negli uffici azzurri giungesse una proposta di almeno 70 milioni di euro. Insomma, una chiara provocazione per allontanare tutte le sirene che aleggiano intorno al Matador. Ma siccome le vie del calciomercato sono infinite (soprattutto per gli sceicchi), questa pista la si dovrà monitorare sempre con estrema cautela.

D’altra parte in Corso Galileo Ferraris non stanno fermi, valutano candidature alternative e formulano offerte per cercare di portare nel capoluogo piemontese un pezzo da novanta. Noi di Goal.com Italia, tuttavia, lo abbiamo scritto più volte: Fernando Torres è un nome che piace molto all’intero globo zebrato. Ed ecco l’ultima indiscrezione proveniente dai soliti ben informati: la Juventus avrebbe offerto 30 milioni di euro al Chelsea per tentare di ingaggiare la punta spagnola. Una notizia affascinante, significativa e che testimonia con quale decisione si stiano muovendo Marotta e soci.

Ma c’è di più. In quest’operazione, infatti, potrebbe rientrare anche Sebastian Giovinco. La Vecchia Signora nelle ultime ore sta premendo fortemente per risolvere in proprio favore la comproprietà libera con il Parma e, assicurarsi il riscatto del fantasista di Beinasco, significherebbe anche poter contare su una preziosa pedina di scambio. E’ vero che i Blues possono fare affidamento su un reparto offensivo già formato dai vari Eden Hazard, Marko Marin, Juan Mata e altri elementi di importante valenza, ma il giocatore cresciuto nelle giovanili juventine è particolarmente apprezzato dall’allenatore dei londinesi, Roberto Di Matteo. Il che è estremamente significativo.

L’interesse juventino nei confronti Torres, d’altro canto, è roba nota. Nello scorso mercato  invernale, il direttore sportivo dei torinesi, Fabio Paratici, incontrò l’entourage dell’ex centravanti del Liverpool per verificare se ci fossero possibilità di dialogo. E nel corso dell’impero del tecnico tricolore si è potuto ben notare come non sia mai sbocciato l’amore tra l’allenatore italiano ed il Niño.

Questo aspetto, difatti, potrebbe proprio agevolare la rincorsa juventina, ma anche in questo caso ci sono molteplici incognite da dover menzionare. La prima su tutte è quella inerente lo stipendio. L’ex giocatore dell’Atletico Madrid attualmente percepisce in quel di Londra quasi 10 milioni di euro annui; una cifra spaventosa che nessun club al mondo, escludendo i soliti sceicchi, potrebbe garantirgli.

E poi c’è la voglia di riscatto. Con l’addio di Didier Drogba, infatti, lo spagnolo attualmente è l’unica punta centrale in organico a disposizione del Chelsea. Il giocatore, dal canto suo, vorrebbe dimostrare all’intero ambiente di essere un calciatore importante le sorti del club di Roman Abramovich e, lasciare la capitale inglese con un perentorio fallimento, è uno scenario che non lo entusiasma minimamente.

Mai come questa volta, però, le mosse della Vecchia Signora dovranno attendere le decisioni degli interlocutori. Qualora i neo-campioni d’Europa decidessero di non puntare su Torres, la Juventus sarebbe in prima fila per cercare di portarlo in riva al Po. Il primo contatto ufficiale tra le due società c’è già stato. Vedremo se questa offensiva bianconera subirà un’accelerazione da qui ai prossimi giorni. Stay tuned.

Sullo stesso argomento