thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Dopo gli ultimi confronti tra la dirigenza e Conte si è deciso per l'accelerata sul centravanti: già in piedi i discorsi con Lo Monaco e il procuratore Contratto.

Mattia Destro si avvicina sempre di più alla Juventus. Il club di Corso Galileo Ferraris sta premendo fortemente per strappare l’attaccante marchigiano dalle grinfie del Genoa di Enrico Preziosi. E, secondo le ultime indiscrezioni raccolte da Goal.com Italia, le possibilità che questa missione si realizzi sono elevate.

La dirigenza bianconera s’è convinta della bontà di quest’operazione e, dopo l’incontro avvenuto nei giorni scorsi con mister Conte, i vertici zebrati hanno deciso di affondare il colpo per cercare di beffare l’Inter, nonché club che per lunghi mesi ha monitorato con estrema attenzione la posizione dell’attaccante nativo di Ascoli Piceno.

Tuttavia la Vecchia Signora prima di sferrare l’offensiva decisiva dovrà attendere il colloquio, fissato per i prossimi giorni, che vedrà protagoniste Genoa e Siena. I due club in questione, infatti, dovranno definire la posizione della punta cresciuta nelle giovanili nerazzurre.

I toscani, molto probabilmente, rinunceranno a riscattare la comproprietà dai liguri, in quanto in questo momento sono alle prese con problemi più grossi del calciomercato e, verosimilmente, questa situazione agevolerà le mosse juventine.

Marotta e soci negli ultimi mesi hanno imbastito un ottimo dialogo con i rossoblù genovesi. La trattativa che ha portato Ciro Immobile in quel di ‘Zena’ con la formula della comproprietà testimonia come siano ben consolidati i rapporti tra queste due società.

Ma quale potrebbe essere la chiave di questo ipotetico colpo juventino? Le opzioni sono molteplici e, proprio per questo motivo, in casa bianconera trapela un certo ottimismo. Il neo-amministratore delegato del Genoa, Pietro Lo Monaco, è un grande estimatore di più pedine della Juventus. L’ex dirigente catanese, infatti, avrebbe chiesto informazioni su Luca Marrone e Michele Pazienza.

La Vecchia Signora per arrivare all’ormai ex attaccante senese, sarebbe anche disposta a sacrificare il rimanente 50 per cento di Immobile e, al contempo, ad offrire un piccolo conguaglio economico. Il discorso è avviato, anzi, è ben avviato. La sensazione è che la Juventus si sia mossa con estrema oculatezza e che giorno dopo giorno stia sorpassando l’Inter in questa corsa.

L’arrivo di Destro a Torino potrebbe iniziare a smuovere un reparto destinato a vivere una prossima rivoluzione. Con il saluto ad Alessandro Del Piero, la possibile non riconferma di Marco Borriello e la probabile partenza di Alessandro Matri, l’attacco zebrato subirà importanti cambiamenti.

Destro in casa juventina è considerato un ottimo elemento sia per quanto concerne il presente che per il futuro. Anche perché stiamo discutendo di un giocatore che al suo secondo anno nella massima serie è riuscito a togliersi la soddisfazione di realizzare 12 marcature in 30 presenze e - considerando che stiamo discutendo di un prospetto classe ’91 - l’operazione potrebbe rivelarsi assai lungimirante.

Juventus e Genoa nelle prossime settimane si vedranno per fare il punto della situazione. Il giocatore, dal canto suo, sarebbe molto felice di trasferirsi in riva al Po. Il diesse juventino, Fabio Paratici, avrebbe già trovato un’intesa economica con l’agente del calciatore, Renzo Contratto. Per l’ex bomber delle giovanili dell’Inter sarebbe pronto un contratto quinquennale solamente da siglare.

Negli ultimi giorni anche la Roma neo-targata Zdenek Zeman, avrebbe provato a inserirsi nel discorso. Ma, come dicevamo, a Torino si sono mossi con scaltrezza e hanno tutta l’intenzione di chiudere questo affare in tempi brevi.

Dinamismo, fisicità, fiuto del gol e tanta voglia di spaccare il mondo. Ecco i quattro fattori che hanno convinto Antonio Conte a spalancare le porte del centro di Vinovo a questo talento cristallino. Che a Torino stia per sbarcare un futuro crack del calcio italiano?

DALLE 13 ALLE 14 BOTTA&RISPOSTA SUL MERCATO JUVE CON ROMEO AGRESTI

Sullo stesso argomento