thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - I bianconeri sono forti anche sul giovane bomber del Siena: c'è l'intesa con i toscani, fitti i colloqui con il Genoa, si è parlato anche con l'agente.

La Juventus ha iniziato a puntare con insistenza Mattia Destro nello scorso mercato invernale. In un noto hotel di Milano, infatti, il dg bianconero, Beppe Marotta e l’ex diesse senese, Giorgio Perinetti, interloquirono in merito. E, nelle ultime ore, la Vecchia Signora sembrerebbe aver accelerato la propria offensiva per tentare di acquisire le prestazioni sportive del gioiellino nativo di Ascoli Piceno.

Marchigiano, nato il marzo del 1991, cresciuto nelle giovanili dell’Inter, è un calciatore di proprietà del Genoa di Enrico Preziosi, attualmente in prestito nelle fila del Siena. I toscani, però, secondo una clausola stipulata al momento della sua acquisizione, potranno acquisire il 50 per cento di questo elemento in quel del mercato estivo.

Ed ecco, quindi, che entra in scena la Juventus. La Vecchia Signora è da sempre una società molto amica dei bianconeri di Toscana. Un rapporto costruito e consolidato negli anni, e che ha portato benefici oggettivi comuni. D’altro canto quest’unità di intenti è destinata a scrivere nuove pagine importanti del calciomercato. E, nello specifico Destro, è un nome che in Corso Galileo Ferraris piace molto. Sia per l’immediato che per il futuro. Quando si parla di questo giocatore, si discute di un vero e proprio predestinato.

Nel suo periodo nerazzurro, ossia dal 2005 al 2010, è riuscito a vincere due scudetti con le categorie “Giovanissimi” e “Allievi” e un torneo di Viareggio (nel 2008). Prolifico fin dal principio: stagione 2009-2010, Primavera interista, 18 marcature realizzate e conquista del titolo di capocannoniere. Senza contare, che al suo primo vero anno nella massima serie italiana, ha realizzato la bellezza di 12 gol in 30 presenze maturate con la casacca senese. Più una rete siglata in Coppa Italia al Chievo Verona. Numeri impressionanti.

L’Inter, dal canto suo, nel corso di questa stagione ha capito perfettamente di aver compiuto un clamoroso errore nell’essersi privata di un prospetto simile. E, i vertici dirigenziali nerazzurri, hanno cercato e stanno cercando di ovviare a questa leggerezza, tentando di riportare il figliol prodigo nel capoluogo meneghino. Il Genoa, si sa, è da sempre un club sensibile alle sirene morattiane.

Tuttavia anche la Juve negli ultimi mesi è riuscita ad imbastire un dialogo proficuo con i rossoblù-liguri. Vedi ad esempio la cessione con la formula della comproprietà di Ciro Immobile. E, nella serata di ieri, Genoa e Juventus si sono incontrate a Milano per fare proprio il punto e sul bomber ora in prestito al Pescara e su altre tematiche di mercato.

Da questa chiacchierata si è evinto che la Vecchia Signora su Destro fa sul serio. E, soprattutto, vuole chiudere a stretto giro di posta per cercare di beffare clamorosamente l’Inter. Il procuratore del giocatore, Renzo Contratto, avrebbe già trovato un’intesa con il club di Corso Galileo Ferraris e, questo aspetto, starebbe spingendo in maniera decisiva e rapida l’enfant prodige alla corte di Antonio Conte.

Ricapitolando: con il Siena l’intesa c’è già da tempo. Con il Genoa, invece, il dialogo s’è fatto fitto e proficuo. La sensazione è che Marotta e soci si siano mossi bene e con significativa decisione. Inoltre, l’arrivo di Destro, potrebbe cambiare anche le strategie offensive bianconere: matri si avvicina sempre più ai saluti, mentre Borriello, con questo innesto, potrebbe anche non essere riconfermato.

Sullo stesso argomento