thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - L'attaccante in prestito della Roma potrebbe restare a costi contenuti, dando modo ai bianconeri di monetizzare con una cessione per acquistare un big.

Marco Borriello potrebbe seriamente rimanere alla Juventus. Sì, proprio così. Se qualcuno qualche settimana fa avesse ipotizzato uno scenario simile, molto probabilmente, sarebbe stato spedito in qualche clinica psichiatrica. Tuttavia dietro vi è una strategia ben definita. E noi di Goal.com Italia ve la racconteremo in esclusiva.

Che mister Antonio Conte voglia rivoluzionare l’intero reparto offensivo è un dato di fatto. In Corso Galileo Ferraris sono stati tutti avvisati. Lì davanti ci vuole il big. E se per ottenerlo servono delle uscite secondarie che si concretizzino. Questo è il pensiero dell’allenatore salentino.

Attualmente, infatti, un solo attaccante è sicuro di rimanere in bianconero: Mirko Vucinic. Tutti gli altri sono sotto esame (Matri e Quagliarella compresi, nonostante i recenti rinnovi contrattuali), mentre Del Piero è ormai un capitolo chiuso. E poi c’è lui, incredibilmente, che potrebbe beffare i suoi colleghi. Stiamo parlando di Borriello.

La punta napoletana è a Torino in prestito. E’ legato alla Roma da un contratto fino al 2015 e dalla società capitolina dovrà percepire 5,4 milioni di euro lordi annui per le prossime tre stagioni. In parole povere gli americani dovranno versare nelle casse dell’ex giocatore, tra le altre, del Milan, ben 16,2 milioni di euro lordi, ovvero 8,1 netti. Cifre pazzesche, ma reali.

Ora, quale società in preda a un raptus accetterebbe di garantirgli un indennizzo economico simile? Semplice: nessuna. Ecco perché i capitolini lo stanno proponendo ovunque a cifre modiche, ecco perché la Vecchia Signora sta ponderando un’idea rischiosa ma potenzialmente efficace.

Conte, e questa è un’altra indiscrezione di Goal.com Italia, non aveva mai richiesto espressamente l’ingaggio di Borriello nel mercato invernale. D’altra parte, però, i vertici dirigenziali hanno pensato che fosse cosa buona e giusta inserirlo in rosa. Soprattutto in prestito. Per poter aggiungere un’opzione in più in un reparto che s’è dimostrato generoso ma sterile.

Il giocatore, tuttavia, è sbarcato nel capoluogo piemontese con grande professionalità. Applicandosi e profondendo grande impegno a Vinovo. E questo aspetto è piaciuto molto al condottiero juventino. Tanto da fargli cambiare drasticamente giudizio.

D’altra parte è pur sempre vero che stiamo discutendo di una punta che al momento è riuscita a segnare due reti in quindici presenze complessive, ma nell’ultimo periodo ha fornito segnali positivi. E da qui nasce il seguente Beppe Marotta pensiero: 'Mi tengo Borriello praticamente a costo zero, monetizzo con le cessioni di Quagliarella e Matri, e compro un big lì davanti'.

Ovviamente questo non è un virgolettato del dirigente juventino, ma rappresenta il piano che aleggia nella mente del manager lombardo. Giusto per dovere di cronaca: il tutto è ancora in una fase embrionale, in quanto questo modus operandi comporterebbe un cambiamento drastico di strategia sul mercato. Ma è un’opportunità che stuzzica ed ingolosisce.

E l’operazione con la Roma in che maniera verrebbe imbastita? Semplice: praticamente a titolo gratuito. Come dicevamo, infatti, i giallorossi hanno un’unica intenzione, ossia togliersi dal monte ingaggi uno stipendio così oneroso. E l’unico modo per riuscire a centrare questo obiettivo è quello di regalare (o quasi) il cartellino del proprio tesserato. I rapporti tra i bianconeri e i giallorossi sono ottimi, e trovare un accordo sicuramente non rappresenterebbe un problema.

Il calciatore, dal canto suo, farebbe carte false pur di rimanere a Torino. Si trova molto bene, ha legato con i compagni, ed è riuscito con il passare dei mesi a costruire un ottimo rapporto con lo staff tecnico.
Insomma, la permanenza di Borriello sta prendendo quota. Inevitabilmente, quindi, incominciano a spalancarsi le porte della cessione per il binomio Matri-Quagliarella.

Ma questo è un altro discorso che affronteremo nei prossimi giorni. La certezza finora è una sola: per l’attacco juventino è prevista una vera e propria rivoluzione. Bentornato calciomercato.

Sullo stesso argomento