thumbnail Ciao,

Il grave infortunio della punta danese dovrebbe definitivamente sbloccare il mercato bianconero in entrata, nel mirino i soliti nomi. Matri e Quagliarella potrebbero partire.

Il grave infortunio occorso a Nicklas Bendtner durante il match tra Juventus e Cagliari, valido per gli ottavi di finale di Coppa Italia, sembra aver reso inevitabile ciò che già prima dell’incidente capitato al danese mercoledì sera pareva comunque fondamentale per rendere ancora più competitiva la Vecchia Signora.

Da parte della Juventus sarà infatti difficilmente eludibile a questo punto l’acquisto di una punta, che permetta a Conte di perpetuare l’ampia rotazione a cui ha abituato i suoi attaccanti in queste prime due stagioni vissute sulla panchina bianconera.

I soli Vucinic, Giovinco, Matri e Quagliarella  potrebbero non bastare ad una Juve impegnata ancora su tre fronti, specie pensando al palcoscenico europeo, dove i bianconeri sembrano necessitare di un bomber spietato sotto porta per poter sperare di continuare la propria cavalcata nella massima competizione continentale.

Se i primi due stanno infatti rispondendo alle aspettative del tecnico juventino non altrettanto può dirsi di Matri e Quagliarella, per i quali nelle ultime settimane si è insistentemente tornato a parlare di cessione. L’ex punta del Cagliari non è riuscito a ripetere l’exploit vissuto nei suoi primi mesi in bianconero, perdendo il feeling con la rete e mostrandosi inadatto agli schemi offensivi di mister Conte.

Quagliarella dal canto suo continua a vivere la propria agrodolce avventura in bianconero, tra  pochi alti e troppi bassi. La sfuriata  compiuta contro Alessio al momento della sostituzione contro il Milan non ha di certo fatto guadagnare punti all’attaccante stabiese, tornato ai margini del reparto offensivo della Vecchia Signora.

Diversi sono dunque gli scenari che sembrano potersi aprire con l'avvicinarsi dell mercato invernale per la Juventus, analizziamoli insieme.

LA JUVE COMPRERA' UN ATTACCANTE DI RISERVA: 40%

Conte ha sempre mostrato di preferire giocatori giovani e affini al progetto tattico bianconero rispetto ai grandi nomi del calciomercato. Motivo per cui a gennaio il tecnico della Juve potrebbe chiedere a Marotta di riportare alla base uno tra Immobile e Gabbiadini per sostituire l’infortunato Bendtner.

Il primo, attualmente in comproprietà tra i bianconeri e il Genoa, sarebbe ben lieto di trasferirsi a Vinovo, dato lo scarso feeling con il tecnico rossoblù Del Neri, che nelle ultime gare lo ha addirittura spedito in panchina preferendogli il più esperto Borriello.

Gabbiadini, girato in prestito al Bologna per fare esperienza, fatica a ritagliarsi il proprio spazio in Emilia e piace tantissimo a Conte, che potrebbe scegliere di riportarlo a Torino come rincalzo di lusso del reparto offensivo bianconero.

LA JUVE COMPRERA' UN ATTACCANTE TITOLARE: 30%

Marotta ormai da mesi insegue il sogno top player. Su questo fronte il primo nome sulla lista è sempre quello del basco Llorente, obiettivo caldissimo però per la sessione di agosto, un po’ meno per quella di gennaio. Difficilmente infatti l’Athletic Bilbao lascerà partire il proprio numero nove prima della naturale scadenza del contratto. E la Juve non pare disposta a compiere un importante sacrificio economico per un calciatore che arriverebbe in bianconero a parametro zero tra sei mesi.

Ancora più complicata sembra la pista che porta all’ivoriano Drogba, rinchiuso nella cella dorata che si è costruito la scorsa estate firmando un contratto principesco che lo lega ai cinesi dello Shanghai Shenhua. Ivoriano  che oltretutto non sarebbe comunque disponibile prima di febbraio, essendo impegnato a gennaio per la Coppa d’Africa con la sua Costa d’Avorio.

Sogni di mezzo inverno appaiono poi le suggestioni che portano in Catalogna, sia lo spagnolo Villa che il cileno Sanchez sembrano infatti nettamente fuori portata per le casse della Vecchia Signora.

LA JUVE NON COMPRERA' NESSUN ATTACCANTE: 20%

Comprare tanto per comprare non vale la pena, questo è sempre stato il pensiero espresso da Marotta negli ultimi mesi. Il direttore generale bianconero ha infatti spiegato più volte come sia inutile gettarsi a capofitto sul mercato acquistando giocatori del tutto avulsi dal progetto contiano solo per far numero. Ecco perché alla fine la Juventus potrebbe anche decidere di non intervenire sul proprio reparto offensivo nel mese di gennaio, proseguendo fino a marzo con le quattro punte attualmente a disposizione e attendendo il mercato estivo per centrare il grande colpo offensivo da mesi anelato.

LA JUVE COMPRERA' DUE ATTACCANTI: 10%

Resta aperto, seppur oggettivamente meno praticabile al momento, anche il fronte cessioni. Come detto sopra infatti Matri e Quagliarella non convincono più, e se qualcuno a gennaio dovesse bussare alle porte di corso Galileo Ferraris mettendo sul piatto una cifra vicina ai dieci milioni di euro sarebbe davvero difficile resistere.

E' chiaro però che in quel caso Marotta sarebbe poi costretto ad un doppio innesto nel reparto offensivo bianconero, portando a Vinovo almeno due attaccanti per completare la rosa da mettere a disposizione di Conte. In tal senso nelle ultime ore sono circolati i nomi di Floccari e Acquafresca, che potrebbero rappresentare soluzioni low cost ma di sicuro affidamento, da affiancare al tanto atteso top player nel pacco dono da regalare alla Vecchia Signora 2012/13.

Sullo stesso argomento