thumbnail Ciao,

Il centrocampista cileno è l'uomo che sposta gli equilibri: nove i goal già messi a segno in questa stagione, è lui, insieme a Quagliarella, il re dei bomber bianconeri

Se l’attacco presenta ancora evidenti lacune, il centrocampo della Juventus è, invece, garanzia di grandi prestazioni: inutile aggiungere qualcosa su Pirlo, maestro internazionalmente eletto; Marchisio, in un anno e mezzo ha fatto un salto di qualità prodigioso e nel suo destino non può che esserci la fascia da capitano; ma in questa sede è di Arturo Vidal che vogliamo parlare, il guerriero, il lottatore, ma anche, il capocannoniere.

Sono nove, infatti, le reti stagionali del cileno, divise tra le cinque in campionato, le tre in Champions League e quella su rigore realizzata nella finale di Supercoppa Italiana contro il Napoli a Pechino. Un bottino degno di un attaccante (a fargli compagnia, con la stessa cifra, c’è il solo Quagliarella), che dopo i sette delle scorso anno e i tredici dell’anno precedente al Bayer Leverkusen, confermano la vena realizzativa di un giocatore sempre più completo, incisivo e decisivo in fase difensiva, ma anche spietato e freddo (non è un caso che sia il rigorista della squadra, nonostante la presenza di gente come Pirlo o Vucinic) sotto porta.

Quello che stupisce di Vidal, annoverabile oggigiorno tra i migliori in assoluto nel suo ruolo, è la capacità di coprire tutto il campo, ribaltando le fasi del match con una sola giocata, fatta di recupero e ripartenza: preciso – non ancora precisissimo - in fase di impostazione, eccelle nella gestione dei tempi, che siano quelli di inserimento (grande punto di forza della Juventus di Conte, vedi i goal a Pescara o in casa contro l’Inter,  anche se viziato dal fuorigioco di Asamoah) o di pressing, chiedere agli annichiliti giocatori del Chelsea per conferma.

PROVA MONSTRE CONTRO IL CHELSEA
VIDAL
Fa sempre la cosa giusta, che sia facile o difficile. Però per buona parte della partita sembra giocare troppo di fioretto, quasi mancasse di cattiveria. Quella che mette in uno dei suoi inserimenti per il 2-0. Giocatore totale e di classe superiore.
La qualità del suo pressing non si manifesta solo nel recupero difensivo, la rete realizzata contro i danesi del Nordsjaelland - anche se agevolata dalle limitate capacità degli avversari – è l’esempio più chiaro di una foga agonistica superiore alla media, che talvolta può portarlo fuori dai binari (vedi doppia espulsione in nazionale), ma che quasi sempre raggiunge il suo scopo, la conquista del pallone e il suo mantenimento, altro cardine del gioco bianconero, costruito sul possesso veloce.
Trascinatore vero, tanto da ribaltare le sorti di una partita nonostante un infortunio (Chelsea-Juve di Champions), sta dimostrando la sua importanza crescente nello scacchiere di Conte giornata dopo giornata; se lo scorso anno il rendimento è stato costante e ha stupito tutti, nella stagione in corso si era presentata una leggera flessione iniziale, in corrispondenza con l’abbassamento di giri da parte della squadra.

Non è un caso: quando gira Vidal, gira tutta la Juve perché la sua bravura nella doppia fase permette a Pirlo – e in seconda battuta a Bonucci, “aiuto regista” della formazione campione d’Italia - di giocare più tranquillo, coprendolo per corsa e recupero così che il bresciano possa orchestrare al suo meglio; e all’attacco di nascondere le chiare mancanze,  portando i goal che mancano da parte di Matri, Bendtner, Vucinic, Giovinco e, in misura minore, Quagliarella.

Il rendimento in Champions League, competizione in cui ha esordito quest’anno, è la summa del Vidal giocatore: terzo posto (dati Whoscored) per voto medio (8.15) dopo un extraterrestre (Messi, primo con 8.59), e due talenti emergenti in grandissima forma (Isco del Malaga e Willian dello Shakthar, appaiati a 8.41). Dopo questi numeri, le voci di allungamento del contratto fino al 2018 – attualmente arriva fino al 2016 - che circolano, dovrebbero concretizzarsi al più presto, non è difficile anticipare, infatti, offerte milionarie dai più grandi club europei. Giocatore da blindare immediatamente.

Sullo stesso argomento