thumbnail Ciao,

Sia Milan che Inter hanno dato un taglio netto con il passato nella scorsa estate. Con gli ex eccellenti salutati in fretta e furia si potrebbe costruire una signora formazione.

Il derby della Madonnina che si giocherà domenica, potrebbe, a ragione, essere definito il primo di una nuova era. Sia Milan, sia Inter, infatti, scenderanno in campo con una formazione molto diversa da quella degli scorsi anni. Tanti campioni, chi per un motivo, chi per l’altro, hanno lasciato i colori nerazzurri e quelli rossoneri durante l’ultima estate, e questa volta non saranno presenti al grande appuntamento.

I nerazzurri hanno salutato tre grandi protagonisti del ‘Triplete’ di mourinhana memoria. Il portiere Julio Cesar, dopo l’arrivo di Handanovic, ha dovuto trovarsi una sistemazione alternativa e si è accasato con il Qpr. Lo stesso Maicon è stato ‘scaricato’ in nome del bilancio e si è accordato con il Manchester City. Lucio, infine, ha consumato ‘il grande tradimento’, passando ai ‘nemici’ della Juventus.

Ancora maggiori sono le novità nella formazione rossonera. Thiago Silva e Ibrahimovic hanno detto sì allo sceicco Al Thani, andando al PSG nel doppio trasferimento più incredibile di questa finestra di mercato. Altri, come Gattuso, Nesta, Van Bommel e Seedorf hanno deciso di fare un’esperienza diversa lasciando l’Italia.

FORMAZIONI A CONFRONTO
IL PROBABILE MILAN

Abbiati

Abate - Bonera - Zapata - Antonini

De Jong - Ambrosini

Emanuelson - Boateng - El Shaarawy

Pazzini


LA PROBABILE INTER

Handanovic

Ranocchia - Samuel - Juan

Zanetti - Guarin - Gargano - Cambiasso - Nagatomo

Cassano - Milito


LA FORMAZIONE DEGLI EX

Julio Cesar

Lucio - Nesta - Thiago Silva

Maicon - Gattuso - Van Bommel - Zambrotta

Seedorf

Inzaghi - Ibrahimovic

Uno, Gianluca Zambrotta, si è preso alcuni mesi di tempo per riflettere sul futuro, un altro ancora, Pippo Inzaghi, si è ritirato dal calcio giocato e allena oggi gli Allievi Nazionali rossoneri. Undici campioni, che in tante occasioni hanno fatto la storia della stracittadina milanese e che ancora oggi, messi insieme, andrebbero a comporre una squadra di tutto rispetto schierabile con un 3-5-2.

Chi non ricorda le tante reti di Ibra, prima in nerazzurro, poi in rossonero? Come il goal che ha dato la vittoria in rimonta all’Inter per 2-1 nel 2006-07, o il calcio di rigore decisivo nel 2010-11, che è valso il successo per 1-0 al Diavolo?

Chi non ha ammirato le prodezze balistiche di Maicon e Seedorf nella stracittadina milanese? Indimenticabile il missile con cui l’olandese ha siglato il 3-2 per il Milan nella stagione 2003-04, ma anche quello con cui il brasiliano ha contribuito al 4-2 nerazzurro nell’ultima stagione (risultato che di fatto ha spento le velleità di scudetto del Milan).

Come non pensare alle reti da bomber d’area di rigore puro di Pippo Inzaghi, autore di goal pesanti contro i cugini nerazzurri? Tutto questo, ormai, appartiene al passato del derby della Madonnina. Domani si affronteranno due organici in larga parte rinnovati in estate, con diversi giocatori alla loro prima esperienza nel derby di Milano.

L’Inter proporrà sicuramente in difesa il giovane brasiliano Juan Jesus, ormai una sicurezza accanto a Ranocchia e Samuel. Fra i pali ecco il pararigori Handanovic, e a centrocampo, con alcuni veterani, potrebbe esserci spazio per Coutinho o Obi.

Nel Milan in difesa potrebbero scendere in campo per il loro primo derby il giovanissimo De Sciglio,il colombiano Zapata o Acerbi. A centrocampo sarà la prima stracittadina milanese per l’olandese De Jong e Riccardo Montolivo, ma anche, chissà, per Traorè. Anche in attacco non si scherza, con lo spagnolo Bojan alla prima sfida con i nerazzurri.

Un derby, che, proprio per la presenza di tanti giovani e debuttanti, appare molto incerto e di difficile decifrazione, tanto da imporre una domanda: l’undici composto dai campioni di ieri come uscirebbe dal confronto con il Milan e l’Inter ‘work in progress’ di oggi?

Siamo proprio sicuri che una squadra composta da Julio Cesar in porta, Thiago Silva, Lucio e Nesta in difesa, Maicon Gattuso, Van Bommel, Seedorf e Zampbrotta in mediana, Inzahi e Ibrahimovic in avanti, avrebbe la peggio sul campo contro l’Inter e il Milan di oggi?

Sullo stesso argomento