thumbnail Ciao,

La Primavera che ha trionfato in Italia e in Europa è pronta a regalare nuova linfa al gruppo di Stramaccioni. Ecco i ragazzi più vicini al salto in prima squadra.

I soldi sono pochi, i top players quasi impossibili da raggiungere e allora bisogna essere bravi a costruirseli in casa. Se l’annata della prima squadra è stata la peggiore da sette anni a questa parte, in casa Inter possono sorridere grazie alla Primavera che, dopo il successo nella Champions giovanile, ha fatto il bis conquistando il campionato di categoria.

Fantastici, abbiamo il miglior settore giovanile d’Europa” ha dichiarato Massimo Moratti. Forse un po’ esagerato, perché la Cantera del Barcellona sforna campioni da anni, ma la strada intrapresa è sicuramente quella giusta. E con un allenatore come Stramaccioni, che conosce molto bene questi campioncini in erba, chissà che già la prossima stagione non ne sboccino almeno un paio in prima squadra.

IBRAHIMA MBAYE
Età 18 Nazionalità Senegal
Ruolo Difensore Altezza/Peso 180cm/75kg
Nella Primavera multietnica si è distinto anche questo ragazzino senegalese classe ’94. Autentico jolly, può giocare indifferentemente come terzino o centrale di difesa. E’ stato il match winner nei quarti di finale contro il Palermo, contro cui ha realizzato una doppietta. E’ sbarcato in nerazzurro su segnalazione di Mourinho, ma è grazie a Stramaccioni che ha già preso confidenza con la prima squadra. E’ presto per dire se sarà il nuovo Maicon, ma intanto a novembre, quando compirà i 18 anni, si legherà all’Inter per i prossimi 5 anni.

LORENZO CRISETIG
Età 19 Nazionalità Italia
Ruolo Centrocampista Altezza/Peso 183cm/78kg
Tra i giovani talenti nerazzurri è quello che ha respirato maggiormente l’aria della Pinetina con la prima squadra. Già nell’estate 2009 José Mourinho ne rimane colpito e lo aggrega per la preparazione estiva, mentre nel gennaio 2010 arriva anche la prima convocazione. Centrocampista centrale di grande qualità, è uno dei punti fermi della Primavera prima di Pea e poi di Stramaccioni e Bernazzani. Ha fatto il suo esordio in Champions League contro il Cska Mosca lo scorso 27 settembre, mentre in campionato non è ancora arrivato il tanto atteso debutto. Sicuramente è solo questione di tempo: la prossima stagione per lui sarà finalmente quella del grande salto. Resta da capire se in nerazzurro o al Parma, con cui è in comproprietà.

JOSEPH ALFRED DUNCAN
Età 19 Nazionalità Ghana
Ruolo Centrocampista Altezza/Peso 178cm/77kg
E’ nato in Ghana, ha passaporto italiano, si ispira a Thiago Motta e forse come l’italo-brasiliano sogna un futuro con la nazionale azzurra. Dotato di un fisico eccezionale, Duncan è stato uno dei grandi protagonisti del successo nerazzurro nella baby Champions League. Dotato di un buon dribbling, sa difendere bene la palla, mentre deve migliorare nella disciplina tattica e nei tempi con cui portare il pressing. Considera Stramaccioni come un padre e il tecnico nerazzurro stravede per lui: fisicamente è il più pronto per giocare a certi livelli.

ANDREA ROMANO'
Età 18 Nazionalità Italia
Ruolo Centrocampista Altezza/Peso 183cm/75kg
Al fianco di Crisetig è sbocciato un altro classe ’93 dal grande avvenire. A suon di ottime prestazioni, da un paio di anni è diventato un punto fermo della Primavera interista. Buona tecnica, ottima tempistica negli inserimenti, Romanò  ama giocare a testa alta e ha una buona visione di gioco. Anche lui ha avuto il piacere di allenarsi spesso con la prima squadra: Strama lo ha subito aggregato al suo primo giorno da nuovo allenatore dell’Inter. Come gli altri suoi compagni avrebbe bisogno di giocare con un po’ di continuità e in Serie B c’è la fila per accaparrarselo.

SAMUELE LONGO
Età 20 Nazionalità Italia
Ruolo Attaccante Altezza/Peso 185cm/75kg
Sulle giovani spalle (classe ’92) porta un numero, il 9, davvero pesante per qualsiasi giocatore di qualsiasi età. Attaccante moderno, classica prima punta di movimento, negli ultimi mesi ha trovato anche la via del gol con una certa regolarità e sulla NextGen Series, che ha mandato in orbita Stramaccioni, e sul recente scudetto Primavera c’è il suo marchio indelebile. Strama stravede per lui, lo ha fatto esordire in Serie A all’ultima giornata contro la Lazio, lo ha convocato per la tournée in Indonesia (dove ha anche segnato) ma ora si trova a un bivio, perché per arrivare a Mattia Destro Preziosi vuole inserire nella trattativa la seconda metà del suo cartellino.

Sullo stesso argomento