thumbnail Ciao,

Sono stati tanti i giovani che si sono messi in luce nell'arco del campionato Primavera e, in particolare, nella fase finale. Ecco quelli in odore di grande salto.

La Final Eight del campionato Primavera che ha incoronato l'Inter di Bernazzani ha lanciato alla ribalta diversi giovani interessanti, dal potenziale importante e il futuro roseo. Magari già a partire dal prossimo anno, con un passaggio in Serie A possibile per quanto messo in mostra nella fase finale del torneo e per tutta la stagione.

Longo e soci: ecco sei giocatori visti all'opera tra Gubbio e Foligno già pronti per essere protagonisti sui campi del massimo campionato.

MAURO BOLLINO
Età 18 Nazionalità Italia
Ruolo Attaccante Squadra Palermo
Nel Palermo, nonostante l’eliminazione ai quarti, si è messo in luce Mauro Bollino, già in orbita prima squadra, con la quale ha esordito in Coppa Italia ed è andato in panchina nella sfida di Parma, senza però entrare in campo.

L’attaccante palermitano nella regular season è andato a segno ben 18 volte in 24 gare (più due gol al Napoli ed uno al Chievo nei play-off), mentre contro l’Inter ai quarti ha colpito solamente un palo che poteva cambiare la stagione dei rosanero.

Il giocatore piace tantissimo al Presidente Zamparini che punta su di lui per il dopo Miccoli. Appena maggiorenne, visto che è un classe 1994, molto probabilmente resterà un altro anno a Palermo per fare da spola fra Primavera e Prima squadra, sperando di potersi ritagliare maggiori spazi con i più grandi.

YUSSIF CHIBSAH
Età 19 Nazionalità Ghana
Ruolo Centrocampista Squadra Juventus
Il centrocampista ghanese della Juventus è stato una bella scoperta per i bianconeri. Stagione importante in campionato, dove ha collezionato 24 presenze con un goal (nell’ultima a giornata a Parma), prima dell'amara eliminazione nei quarti contro il Milan.

Il mediano africano è sicuramente un giocatore prezioso in prospettiva, grazie anche alla fisicità abbinata ad una buona tecnica, e potrebbe tornare utile ad Antonio Conte in caso di emergenza nel giro di poco tempo.

RODRIGO ELY
Età 19 Nazionalità Brasile
Ruolo Difensore Squadra Milan
Difensore centrale di prospettiva. Il Milan punta molto sul giocatore che, seppur nato in Brasile, gioca con la Nazionale italiana di categoria. Paragonato a Thiago Silva e sotto la procura di Mino Raiola, il  milanista è stato uno dei migliori nella fase finale.

Praticamente perfetto contro la Juventus, ha un po’ sofferto contro l’Inter, ma ha sicuramente stoffa. Da Milanello giurano che potrebbe essere già pronto per la prima squadra, con la quale si è spesso allenato nel corso di quest'annata.

Potrebbe diventare un rinforzo della difesa milanista del futuro, considerata la non giovanissima età dei giocatori allenati da Allegri. In questa stagione ha disputato 21 partite di campionato, più le due della fase finale, andando a segno due volte.

SANI EMMANUEL
Età 20 Nazionalità Nigeria
Ruolo Attaccante Squadra Lazio
Piace tantissimo al nuovo allenatore della Lazio Petkovic, che lo voleva in Svizzera quando allenava gli Young Boys e probabilmente lo porterà in ritiro questa estate. Il giocatore nigeriano, velocissimo e dotato di una discreta rapidità d’esecuzione (anche se a volte manca la mira) potrebbe essere una bella sorpresa.

In questa stagione è andato a segno 11 volte su 22 partite (fra cui nel derby contro la Roma, terminato 1 a 1), mentre a Gubbio ha siglato tre goal (due ai quarti contro il Torino ed uno in semifinale alla Roma) su altrettante gare. In finale ha lottato come sempre e ha messo in difficoltà la difesa interista, anche se gli è mancata la precisione sotto porta.

SAMUELE LONGO
Età 20 Nazionalità Italia
Ruolo Attaccante Squadra Inter
Premiato come miglior giocatore della fase finale, Samuele Longo è pronto al grande salto in Serie A. In comproprietà  fra Genoa ed Inter è esploso nel finale di stagione dopo un campionato che lo ha visto andare a segno solamente 8 volte in 21 partite di regular season.

Ha esordito nella massima serie nell’ultima di giornata di campionato all’Olimpico contro la Lazio, subentrando al 75’ al posto di Poli. Dopo i quarti contro il Palermo in cui non aveva segnato, è salito alla ribalta a Gubbio nel derby contro il Milan, realizzando una tripletta da applausi.

Anche in finale è riuscito a trovare la rete del momentaneo 3 a 1 che ha di fatto consegnato lo scudetto all’Inter, dopo che nella Next Generation Series era risultato decisivo con 5 reti. Se “coccolato” potrebbe esplodere già dalla prossima annata.

FEDERICO VIVIANI
Età 20 Nazionalità Italia
Ruolo Centrocampista Squadra Roma
Il più pronto per la Serie A, visto che può contare già sei presenze (più sette panchine) fra i grandi. Il centrocampista della Roma è un giocatore importantissimo per lo scacchiere di De Rossi, che stravede per lui.

Assente nei quarti di finale contro il Varese perché impegnato con la Nazionale, nel derby contro la Roma ha brillato a fasi alterne, anche se allo scadere della prima frazione ha regalato il momentaneo 1 a 1 con un grande calcio di punizione dal limite. 

Luis Enrique lo ha buttato nella mischia anche nei preliminari sfortunati di Europa League, dove ha disputato interamente i 180’ contro lo Slovan Bratislava, e gli ha consegnato le chiavi del centrocampo anche nella gara di dicembre all’Olimpico contro la Juventus. Con Zeman in panchina può solo crescere.

Sullo stesso argomento