thumbnail Ciao,

Viaggio nella campagna acquisti dei rossoneri dopo la serie di addii della scorsa settimana: si aprono vuoti in tutti i reparti, servirà un mercato di grandi proporzioni.

La partita contro il Novara è stata sicuramente emozionante per ogni tifoso del Milan. Ma dopo la lacrimuccia, c'è da fare i conti con la realtà. E la realtà dice che la squadra edizione 2012-2013 andrà ricostruita per bene, anche perchè i diversi addii hanno sensibilmente ridimensionato l'organico.

Quest'anno Allegri ha avuto a disposizione una rosa complessiva di 31 giocatori: tre portieri, nove difensori, dodici centrocampisti e sette attaccanti.

LA ROSA DEL MILAN 2011/2012
PORTIERI
Abbiati
Amelia
Roma
DIFENSORI
Abate
Antonini
Bonera
De Sciglio
Mexes
Mesbah
Nesta
Thiago Silva
Yepes
Zambrotta
CENTROCAMPISTI
Ambrosini
Aquilani
Boateng
Emanuelson
Flamini
Gattuso
Merkel
Muntari
Nocerino
Seedorf
Strasser
Van Bommel
ATTACCANTI
Cassano
El Shaarawy
Ibrahimovic
Inzaghi
Maxi Lopez
Pato
Robinho

In porta, principalmente per questioni economiche, appare scontata la conferma di Abbiati (con contratto in scadenza nel giugno del 2013). Lo stesso varrà per Amelia (scadenza 2015), a meno che non gli arrivi un'offerta da titolare da parte di una squadra a lui gradita e che possa comunque lottare per le zone medio-alte della classifica. Molto probabile l'addio di Flavio Roma, a fine contratto.

Le cose si mettono ancora peggio in difesa: inutile dire che il fulcro sarà rappresentato da Thiago Silva, che non dovrà essere ceduto se si vorrà mantenere ancora il reparto di livello internazionale. L'addio di Nesta apre un buco che, almeno per quanto fatto vedere nel 2012, non potrà essere colmato totalmente da Mexes, apparso non sempre continuo come dovrebbe un centrale di una big. Come riserve sembrano poter bastare (anche se nelle occasioni importanti lasciano a desiderare) sia Bonera che Yepes.

Sugli esterni, scontate le conferme di Abate ed Antonini, ci sarà da rimpiazzare Gianluca Zambrotta. Fa ben sperare la crescita del giovane De Sciglio, che potrebbe anche prendere il posto del più anziano Antonini. C'è anche Mesbah, ma l'ex-Lecce, in tutte le posizioni nelle quali è stato impiegato, ha mostrato di soffrire eccessivamente il peso della maglia rossonera e di essere inadeguato ad un grande club.

Capitolo centrocampo: se in difesa c'è il vuoto lasciato da Nesta, in mezzo si è aperta una voragine con i sicuri addii di Gattuso e Van Bommel, e quelli più o meno probabili di Seedorf, Aquilani e Flamini. Dovesse almeno restare il francese, insieme a lui affronteranno la nuova stagione i soli Ambrosini, Emanuelson, Boateng, Muntari e Nocerino. Non è dato ancora sapere quale sarà il destino dei giovani Merkel e Strasser.

Sono invece arrivati, come confermato anche da Allegri, sia Riccardo Montolivo - che presumibilmente prenderà il posto di Aquilani - e l'ex Nancy Bakayè Traorè, non del tutto certo di restare in rossonero (si parla di lui come possibile pedina di scambio). Contando che in questa stagione in rosa di centrocampisti ce ne sono stati dodici, non basterà assolutamente. Ci vorranno almeno tre arrivi.

Anche in attacco lo scenario potrebbe mutare sensibilmente. Con l'addio di Inzaghi, a parte Ibrahimovic e Maxi Lopez (su cui pende l'incognita riscatto) mancano prime punte. Come compagni d'attacco dello svedese il solo El Shaarawy pare certo della conferma. Da valutare invece il futuro (?) sia Pato che di Robinho. Partendo dal presupposto che l'argentino presumibilmente non verrà riscattato e che uno tra i due brasiliani lascerà Milanello, ci vorranno tre volti nuovi.

Sommando le lacune di tutti i reparti, ecco allora delinearsi la necessità di fare un mercato imponente, da circa dieci-undici volti nuovi: un portiere, tre difensori, tre centrocampisti e tre attaccanti.

LA ROSA DEL MILAN 2012/2013
PORTIERI
Abbiati
Amelia
?????
DIFENSORI
Abate
Antonini
Bonera
De Sciglio
Mexes
Mesbah?
Thiago Silva
Yepes
?????
?????
?????

CENTROCAMPISTI
Ambrosini
Aquilani?
Boateng
Emanuelson
Flamini
Merkel?
Muntari
Nocerino
Strasser?
?????
?????
?????
ATTACCANTI
Cassano
El Shaarawy
Ibrahimovic
Maxi Lopez?
Pato?
Robinho?
??????

In porta non sarebbe male dare una possibilità, dopo l'anno in prestito al Gubbio, al portiere classe 1990 Antonio Donnarumma. In difesa invece le idee sembrano essere più chiare: difficile arrivi un big, più semplice puntare su un Acerbi in crescita o sul parametro zero Natali. Discorso diverso per l'eventuale arrivo di un terzino: sulle fasce serve un titolare già pronto per il Milan.

A centrocampo, dopo l'errore Pirlo, Allegri forse si è convinto a voler maggior qualità. Montolivo è un inizio in tal senso, ma non può rappresentare la soluzione definitiva. In giro per l'Europa è possibile trovare giocatori di affidamento a cifre non esorbitanti, come il Sahin dimenticato da Mourinho nel Real Madrid o quel Lampard che potrebbe decidere di lasciare il Chelsea nonostante un contratto in scadenza nel 2013.

Infine l'attacco, con puntellare da tre arrivi. In caso di partenza di uno tra Pato e Robinho, ci vorrà una seconda punta tecnica e molto mobile: tutto fa pensare all'ennesimo assalto ad uno tra Carlos Tevez e Mario Balotelli. Occhio poi a munirsi di un vice-Ibrahimovic per far rifiatare lo svedese di tanto in tanto, nel corso della stagione.

Di nomi se ne potrebbero fare a milioni. Quel che è certo, è che per avere un Milan all'altezza gli arrivi dovranno essere almeno dieci. Altrimenti prepariamoci ad un altro Ibra versione 'mal di pancia'....

Sullo stesso argomento