thumbnail Ciao,
Speciale - Juventus a Novara per una fetta di Scudetto, Milan a Siena per sperare ancora: il borsino della volata Scudetto

Speciale - Juventus a Novara per una fetta di Scudetto, Milan a Siena per sperare ancora: il borsino della volata Scudetto

Getty Images

Le poche giornate a disposizione e quanto visto in campo negli ultimi tempi spingono il titolo verso i bianconeri. Al Diavolo non resta che sperare.

L'ultimo turno di campionato non ha cambiato assolutamente nulla in testa alla classifica di serie A. La Juventus di Antonio Conte ha sbancato, grazie al goal di Borriello, lo stadio Manuzzi di Cesena: una vittoria molto più faticosa del previsto. Stesso risultato (1-0) ed ancora più fatica per il Milan di Allegri, che ha battuto il Genoa grazie alla rete realizzata da Kevin Prince Boateng, al rientro dopo un periodo pieno di problemi muscolari.

La giornata che sta per arrivare si appresta ad essere più difficoltosa per i rossoneri piuttosto che per la squadra di Conte. Il Siena di Sannino, praticamente salvo, in casa è un osso duro e vorrà soprattutto congedarsi al meglio dal suo pubblico con una prestazione da urlo contro i campioni d'Italia in carica.

Non dovrebbe passeggiare, nonostante la classifica dica diversamente, la Juventus sul campo del Novara. Contro la Lazio l'undici di Tesser ha dato dimostrazione di grande sportività ed orgoglio, con una prestazione tutto cuore e grinta.

LA VOLATA SCUDETTO A QUATTRO TURNI DALLA FINE
# SQD PT   35ª 36ª 37ª 38ª
1
74  
2
71  
* In bordato le partite in trasferta

MILAN - IN TOSCANA PER 'DIPINGERE' LA RIMONTA
Ultimo incontro  Milan-Genoa 1-0
Prossimo incontro  Milan-Atalanta
Forma recente
 
Momento
Calendario
% Scudetto  35%
La partita contro il Genoa, dopo i passi falsi contro Fiorentina e Genoa, ha portato sì 3 punti in casa rossonera, ma Allegri non può ritenersi certo soddisfatto. I rossoneri appaiono una squadra logora dal punto di vista sia fisico che mentale. C'è voluta la superiorità numerica per avere la meglio sull'undici di De Canio, prima in campo si erano viste solamente alcune occasioni dovute alla foga o all'inerzia, non certo alla lucidità mentale o alla voglia di fare bene.

L'impressione è che il solo rientro di Boateng, reduce però da tanti problemi fisici, e l'altro, quello di Thiago Silva, saranno le uniche possibilità per i campioni d'Italia in carica per poter sperare di mantenere aperto questo campionato sino all'ultima giornata. L'impressione è però che, nonostante le dichiarazioni di facciata, in casa rossonera non ci si creda poi così tanto alle possibilità di rimonta.

Al Franchi in avanti ci sarà ancora una volta Zlatan Ibrahimovic, elemento imprescindibile anche se non in condizioni ottimali. La sua spalla, con grande probabilità, sarà Antonio Cassano. Il barese sta migliorando di giorno in giorno e sta andando meglio di quanto era previsto.

Per questo motivo, anche perchè per andare ad Euro 2012 avrà bisogno di minuti, Allegri sembra intenzionato a dargli fiducia. Ancora in panca il brasiliano Robinho, potrebbero avere spazio a partita in corso Maxi Lopez ed El Shaarawy.

JUVENTUS - A NOVARA UN PEZZO DI TRICOLORE
Ultimo incontro Cesena-Juventus 0-1
Prossimo incontro Novara-Juventus
Forma recente    
Momento
Calendario
% Scudetto  65%
La Juventus ammirata al Manuzzi è sicuramente stata inferiore, sia come quantità che come qualità, a quella che ha asfaltato la Roma qualche giorno prima. Ma, nonostante questo, i bianconeri sono riusciti a trovare una vittoria fondamentale in chiave tricolore. Il goal decisivo è stato realizzato da Marco Borriello.

Una scommessa vinta sia da Antonio Conte che dalla società, che ha mostrato che la rosa degli attaccanti, pur non essendo caratterizzata dalla presenza di un campione, è comunque competitiva ed in grado di poter assicurare riposo a chi nella parte finale della stagione sta avendo qualche difficoltà (Matri).

A Conte adesso spetterà il compito di far mantenere alta la concentrazione alla squadra anche contro il Novara, che si trova nella stessa situazione del Cesena. I piemontesi hanno palesato di avere ancora birra in corpo per poter dire la loro anche contro una squadra in palla come quella bianconera, ci sarà quindi da fare attenzione.

Il modulo sarà il 3-5-2. Davanti, con l'intoccabile Mirko Vucinic, ci sarà, dopo aver scontato la squalifica, Fabio Qagliarella. Niente da fare per Alessandro Del Piero. Potrebbe però esserci nuovamente la maglia da titolare per Marco Borriello, rinfrancato dopo il goal decisivo ad Antonioli. A centrocampo nulla di nuovo, mancherà ancora Pepe, ci sarà De Ceglie come quinto di centrocampo, dall'altro lato Lichtsteiner.

Sullo stesso argomento