thumbnail Ciao,

Ecco come cambia il programma del finale di campionato in seguito al rinvio del 33° turno per la morte di Morosini: manca solo l'ufficialità per lo slittamento.

Una domenica di silenzio. Stadi vuoti e pallone fermo in tutta Italia. Sacrosanto e inevitabile, dopo la tragica scomparsa di Piermario Morosini. Ma il calcio, come la vita, continua. Neanche il tempo di rendere omaggio alla memoria del compianto centrocampista del Livorno che ci si ritrova a guardare avanti, al prosieguo di un campionato che si riscopre dal calendario compattato all'improvviso. Si torna a parlare della nostra passione, con il 'Moro' nel cuore.

Il rinvio del 33° turno di Serie A renderà questo finale di stagione un vero tour de force per tutti i 20 club del massimo campionato, perchè si va ad inserire in una fase di stagione già particolarmente caotica di suo. Bisogna chiudere in fretta, in vista degli Europei. Il fischio finale del torneo 2011/12 arriverà il 12 maggio, non oltre.

Da qui la necessità di ricollocare la giornata sfruttando i pochi vuoti di un calendario serrato fino alla fine. Salvo clamorose sorprese (si sta quasi litigando in merito), la Lega Serie A opterà per lo slittamento del 33° turno al prossimo weekend e del 34° al mercoledì (di festa) del 25 aprile. Così facendo in soli quindici giorni andranno in scena ben 50 incontri.

DUE SETTIMANE DI CAMPIONATO SENZA SOSTA
33ª 34ª 35ª 36ª 37ª
Sabato 21/4
Mil-Gen (18.00)
Udi-Int (20.45)

Domenica 22/4
Nov-Laz (12.30)
Ata-Chi (15.00)
Cag-Cat (15.00)
Ces-Juv (15.00)
Lec-Nap (15.00)
Pal-Par (15.00)
Sie-Bol (15.00)
Rom-Fio (20.45)
Mercoledì 25/4
Cat-Ata
Ces-Pal
Chi-Udi
Fio-Int
Gen-Sie
Juv-Rom
Laz-Lec
Mil-Bol
Nap-Nov
Par-Cag

orari da definire
Sabato 28/4
Cag-Chi (18.00)
Pal-Cat (18.00)
Rom-Nap (20.45)

Domenica 29/4
Bol-Gen (12.30)
Ata-Fio (15.00)
Int-Ces (15.00)
Lec-Par (15.00)
Nov-Juv (15.00)
Sie-Mil (15.00)
Udi-Laz (20.45)
Martedì 1/5
Chi-Rom (18.00)
Nap-Pal (20.45)

Mercoledì 2/5
Cat-Bol (20.45)
Ces-Udi (20.45)
Fio-Nov (20.45)
Gen-Cag (20.45)
Juv-Lec (20.45)
Laz-Sie (20.45)
Mil-Ata (20.45)
Par-Int (20.45)
Sabato 5/5
Lec-Fio (18.00)
Rom-Cat (20.45)

Domenica 6/5
Sie-Par (12.30)
Ata-Laz (15.00)
Bol-Nap (15.00)
Cag-Juv (15.00)
Nov-Ces (15.00)
Pal-Chi (15.00)
Udi-Gen (15.00)
Int-Mil (20.45)

PERCHE' SLITTAMENTO - L'orientamento della Lega - la decisione arriverà nel Consiglio odierno alle 18 - è quello di slittare le due prossime giornate, così da non alterare il corso naturale degli eventi. Un modo per evitare facili polemiche di fine stagione. Oggi, chi più chi meno, tutte le squadre hanno ancora un obiettivo da raggiungere. Se la giornata fosse stata fissata nell'altro vuoto disponibile - tra la penultima e l'ultima giornata - non sarebbe accaduto lo stesso. Per qualcuno avrebbe potuto essere prestesto per stucchevoli lamentele.

15 GIORNI DECISIVI - Insomma, si profila un finale di stagione decisamente intenso, qualitativamente e quantitativamente parlando. A partire dal prossimo weekend, si giocherà praticamente ogni tre giorni, quasi senza sosta. E la posta in palio sarà altissima. Stiamo parlando delle sfide cruciali del campionato, quelle che decideranno le sorti di buona parte delle venti formazioni di Serie A. Una sorta di mini-torneo nel torneo: dallo Scudetto alla salvezza, sarà tutto in ballo tra il 21 aprile e il 6 maggio.


Chiude il derby | Inter-Milan sarà la 50ª partita di Serie a nel giro di 15 giorni

CHI E' IN RISERVA? - La storia del calcio insegna come l'indicatore del carburante, verso aprile e maggio, si avvicini pericolosamente alla riserva. Una tale densità d'impegni non farà altro che accelerare l'esaurimento delle risorse fisiche, alterando le normali prestazioni. Prendete ad esempio la Juventus: i bianconeri hanno vissuto il momento più delicato della loro annata proprio quando si son ritrovati a scendere in campo ogni tre giorni. L'imprevedibilità che da sempre caratterizza i turni infrasettimanali la farà da padrone.

SACRIFICIO AZZURRO - Cesare Prandelli l'ha detto subito: "Non avrò così spazio per il mio stage? Non importa, non mi importa davvero... sono sconvolto". La tragedia del 'Moro' fa passare tutto in secondo piano, pensare al calcio diventa quasi innaturale. Ma tra le conseguenze dello slittamento del calendario va annotato anche l'annullamento dello stage della Nazionale strappato quasi con le unghie dal Prando, in vista degli Europei. Dovrà farne a meno, allestendo un'Italia comunque competitiva. C'è un tifoso speciale in più da onorare...

Sullo stesso argomento