thumbnail Ciao,

Il Ct dell'Under 21 manifesta il proprio desiderio di portare con se i migliori giovani in vista dell'Europeo di categoria: "Tengo d'occhio Paloschi. Destro è una punta centrale".

L'Europeo è alle porte, il Ct dell'Italia Under 21, Devis Mangia, si è soffermato sull'attuale momento vissuto dai giovani azzurri in campionato, manifestando il proprio desiderio di poter disporre dei migliori di loro in Israele nella prossima estate.

"Giovani bravi ce ne sono molti nel calcio italiano; magari c'è più abbondanza in certi ruoli rispetto ad altri. Io mi auguro di poter andare a giocare l'Europeo in Israele con i migliori, se posso scegliere tra tutti sarò più contento", ha ammesso Mangia ai microfoni di 'Radio Sportiva'.

Quindi il commissario tecnico si è soffermato sul reparto offensivo azzurro: "El Sharaawy si esprime meglio partendo dalla fascia sinistra, è in quella posizione che esprime le sue migliori qualità. Paloschi ha avuto un grave infortunio, ora è rientrato ed è sicuramente un giocatore da tenere d´occhio. Dovessi mai allenare Destro, lo farei giocare in posizione centrale. Immobile sta vivendo un momento di difficoltà come tutto il Genoa, ma su di lui faccio grande affidamento".

Mangia ha poi promosso il rossonero De Sciglio, dichiarando: "Il giocatore in difesa che in questo momento ha maggiore continuità è sicuramente De Sciglio. Anche Caldirola sta trovando spazio nel Cesena. I tre portieri, Perin, Bardi e Colombi, stanno giocando tutti con continuità, e stanno facendo bene. Santon? La scelta di puntare su De Sciglio l'ho fatta io. Non c´è nessun problema, tra l'altro il ragazzo è stato convocato in Nazionale maggiore, quindi...".

"Quello che ci attende - ha aggiunto il ct - sarà un torneo molto competitivo Sono convinto che all'Europeo conteranno le nostre motivazioni. Tutto dipenderà soltanto da noi".

Infine, ecco il suo parere sulla lettera di protesta mandata all'Uefa da circa 60 giocatori, tra cui Drogba e Menez, per chiedere di non disputare l'Europeo Under 21 in Israele: "Noi ne stiamo fuori e pensiamo solo a fare belle partite di calcio".

Sullo stesso argomento