thumbnail Ciao,

Non solo la Spagna può sfruttare il gioco esibito dai club iberici, Mangia spiega qual è un'altra differenza: "I nostri giocatori sono più inesperti".

Un'avversaria più forte la Nazionale Azzurra nella semifinale di Confederations Cup proprio non poteva trovarla. L'Italia infatti se la vedrà con quella Spagna che non sono sin qui ha fatto benissimo nel torneo me che, solo un anno fa, ci travolse nella finale di Euro 2012.

Negli ultimi tempi, alle squadre italiane non è andata mai benissimo quando si è trattato di affrontare quelle iberiche ed anche la nostra Under 21, recentemente ha dovuto fare i conti con la Spagna nella finale dell'Europeo di categoria.

Devis Mangia, intervistato da Il Giornale, ha spiegato: "Le nazionali in Spagna sfruttano e raccolgono il frutto del calcio esibito dai club, da noi i club remano contro-corrente, a parte qualche eccezione tipo Juventus e Fiorentina".

Non solo questo, c'è anche un'altra grande differenza tra il gruppo Azzurro e quello della Roja: "L'inesperienza lampante dei nostri vuol dire che per gli azzurri la finale dell'europeo è stata la partita più importante giocata in carriera, gli spagnoli avevano tutti una bella striscia di partite della Champions da esibire".

Fermare le squadre spagnole non è facile, ma Mangia ricorda quanto fece il Milan contro il Barcellona a San Siro: "Vi ricordate come giocò a San Siro il Milan di Allegri nel secondo tempo? Ecco: quella può essere la strada".

Come ricorda Il Giornale, allora Allegri predicò calma ai suoi ragazzi, c'era la necessità di non farsi stordire dal palleggio blaugrana .

Luisito Suarez intanto, ha un consiglio per Prandelli: "El Shaarawy abbina gioventù e tecnica: come fa a tenerlo fuori, nella Conferations cup che non è il mondiale?".

Sullo stesso argomento