Il suo Giappone sfiderà l'Italia in Confederations Cup, Zaccheroni assicura: "Non sono certo un nemico, ma un rivale sportivo sì. E non canterò l'inno..."

Il ct della Nazionale nipponica ha parlato della sua attesa per l'evento Fifa della prossima estate: "Quando inizierà la partita e ci sarà l'inno verrà fuori l'emozione...".
"Non sono certo un nemico, ma un rivale sportivo sì". La prossima estate Alberto Zaccheroni, ct del Giappone, sfiderà da avversario l'Italia di Prandelli, in occasione della Confederations Cup. Un abbinamento che non ha sorpreso il tecnico di Meldola.

"Quando è stata sorteggiata l'Italia non ho provato alcuna emozione, me l'aspettavo. Quando inizierà la partita e ci sarà l'inno verrà fuori l'emozione", ha assicurato Zaccheroni ai microfoni di 'Sky'.

"Non lo canterò, non lo faccio nemmeno con quello giapponese, ma lo ascolterò con grande attenzione e sentimento", ha aggiunto il ct della nazionale nipponica, inserita nel girone A con gli azzurri, assieme a Brasile e Messico.

Nell'altro girone, invece, ci sono Spagna, Tahiti, Uruguay e la vincente della Coppa delle Nazioni Africane. Il torneo prenderà il via il 15 giugno 2013 e si concluderà il 30 dello stesso mese.