thumbnail Ciao,

Ronaldo non si fida dei bianconeri 'feriti' dalla sconfitta di Firenze, ma ha fiducia nella sua squadra e vuol mettere al tappeto non solo la 'Signora' ma anche il Barça domenica.



Domani sera il Real Madrid ospiterà la Juventus al Bernabeu per la terza giornata della fase a gironi di Champions League. Il campionissimo dei blancos, Cristiano Ronaldo, ha parlato del match nella consueta conferenza stampa della vigilia.

"Non ci sentiamo già qualificati - ha detto Cr7 - Ma vogliamo vincere tutte le partite per la grandezza del club. Siamo concentrati al massimo sul match con la Juventus. La mia posizione? Non penso cambi qualcosa, l'allenatore mi ha dato la libertà di giocare dove voglio, ma è probabile che mi accentri".

E' un Real Madrid che, dopo qualche difficoltà iniziale, ha iniziato a viaggiare a buoni ritmi sotto la guida di Carlo Ancelotti... "Stiamo migliorando sotto molti aspetti - ha proseguito Ronaldo - Ma la stagione è ancora lunga". Ronaldo sarà impegnato fra poco col suo Portogallo nel playoff di qualificazione per i Mondiali. Un match fondamentale per la stella portoghese, ma per ora non se ne preoccupa: "La Nazionale? Non ci penso per ora".

Cristiano Ronaldo non si fida della Juventus, nonostante il pesante ko subito dai bianconeri domenica scorsa contro la Fiorentina. Anzi, forse proprio per questo. "Sappiamo che la Juve è demoralizzata per l'ultima partita persa - ha detto - Ma restano forti e temibili e dobbiamo stare molto attenti. Io vicino alla Juve? Sono stato vicino a tutti. (ride, ndr) Possono dire quello che vogliono, ma l'unica certezza era il Manchester United. Scherzi a parte, a 18 anni, la Juve mi cercò, ma preferii il Man Utd per la sua storia e la possibilità di crescere".

Un match importante quello di domani sera, ma non fondamentale secondo Cristiano Ronaldo, col Real Madrid che nel weekend è atteso anche dalla partitissima in Liga contro il Barcellona... "Questa è una settimana importante con Juve e Barça, ma non è l'unica o quella definitiva - ha detto - E io voglio vincere tutto. La Champions è la competizione più importante, ma io voglio vincere tutto, anche la Liga. Se gioco, voglio vincere".

Nel match contro i bianconeri, Cr7 si troverà di fronte un suo ex compagno di squadra... "Ho giocato molto con Tevez allo United - ha detto - Dovremo tenerlo d'occhio perchè è molto pericoloso. E' un amico, ma voglio batterlo. Razzismo nei miei confronti? No, vogliono solo crearmi una situazione scomoda, ma non si tratta di razzismo. Per me non è un problema".

Ronaldo ha poi parlato del Pallone d'Oro, che nelle ultime stagioni gli è sempre sfuggito, vinto invece dal suo antagonista principale, Lionel Messi... "Io gioco per la squadra e quei premi non dipendono da me - ha detto - Se la Fifa decide diversamente non posso farci nulla, comunque sia non sono certo ossessionato dal non aver vinto il Pallone d'Oro nelle ultime stagioni".

Sullo stesso argomento