thumbnail Ciao,

L'attaccante napoletano ha segnato il raddoppio, ma pure partecipato all'1-0. "Ho detto a Matri di andarci, perché non tutti calciano con quella posizione del corpo, ma io sì".

Meglio di così non poteva andare per Fabio Quagliarella, che si è preso il posto da titolare nell'attacco della Juventus e ha 'matato' il Celtic con una rete e una partecipazione all'altra. E infatti, nel post partita, l'attaccante bianconero si presenta sereno e rilassato.

"Per me era importante farmi trovare pronto - dice il napoletano a 'Sky' - Non so da quanto tempo non facevo 90 minuti, ma volevo far bene una volta chiamato in causa. Sono molto contento, ho provato in tutti i modi a disputare una buona partita ed ho pure segnato".

"Il primo goal? Matri è stato bravo a crederci, gli ho detto io di andarci sempre - continua Quagliarella - Con quella posizione del corpo, tutto storto, non tutti provano a tirare ma io sì. Io attaccante più prolifico della squadra? Sono contento, io cerco sempre di far del mio meglio. A volte ci riesco, a volte no".

A 'Mediaset', poi, il bomber confessa di non essere mai stato vicino alla cessione. "La scorsa estate non ho mai chiesto l'addio, ci tengo a precisarlo. Avevo il sogno della Champions League, che finora avevo visto soltanto in televisione. E ora me la voglio godere fino in fondo".

Sullo stesso argomento