thumbnail Ciao,

L'amministratore delegato bianconero ammette di 'sognare' un trionfo europeo: "Sarebbe bello alzare la Champions, per molti giocatori è la prima esperienza in carriera".

Nell'immediata vigilia di Juventus-Celtic, l'amministratore delegato Giuseppe Marotta dice la sua tra realtà e speranze. Non solo in chiave campionato, m anche in ottica europea dove i bianconeri hanno la possibilità di approdare tra le prime otto squadre della competizione.

"La Juventus nel suo dna ha il dovere di puntare più in alto possibile - ha ammesso il dirigente del club piemontese a 'Sky' pochi minuti prima del calcio d'inizio - Credo che sarebbe bello alzare la coppa, abbiamo ottimi giocatori, anche se per molti nostri atleti è la prima Champions League della loro carriera".

Soddisfazione anche per l'affluenza di pubblico e il rendimento della squadra finora: "Le risposte dei tifosi sono sempre significative, la gente ci dà molta fiducia - ha evidenziato Marotta - Le vittorie rispetto allo scorso anno sono maggiori, non possiamo che essere soddisfatti di questa squadra".

Successivamente, ai microfoni di Mediaset Premium, si è parlato anche di mercato e del contatto avuto con Raiola: "Ibrahimovic? Non abbiam parlato di lui, è un tipo di giocatore che guadagna cifre così alte che non possono interessare in questo momento ad un club italiano. Clausola per Conte? Ce lo godiamo e siamo contenti che all'estero lo stimano, vuol dire che il presidente Agnelli ha scelto bene".

Sullo stesso argomento