thumbnail Ciao,

Intanto i media catalani parlano di "peggior Barça degli ultimi anni" e continuano a pungere sul presunto fallo di Zapata da cui sarebbe nato il goal di Boateng: "Su le mani!".

E' inevitabile che accada - e sarebbe assurdo il contrario dopo un 2-0 casalingo - ma comunque fa sempre una certa impressione sentire come dal Milan ora si parli apertamente di qualificazione ai quarti di finale di Champions League ai danni di quel Barcellona che alla vigilia veniva annunciato come stellare e imbattibile.

E' Kevin Constant a rompere gli indugi e a svelare cosa si dice ora nello spogliatoio rossonero: "I quarti di finale? Ci stiamo pensando, non possiamo nasconderlo. Dopo aver vinto in casa due a zero è normale, perchè è un risultato che ti dà speranza. Speriamo di ripetere la stessa partita in Spagna, ma sarà dura, perchè vorranno vendicarsi. Cercheremo di giocare bene e di sfruttare le nostre occasioni", spiega il sempre più positivo esterno guineano a 'RMC'.

Atmosfera ovviamente più attapirata nel 'vestuario' blaugrana, come testimoniano le parole di Busquets: "Il Milan ha disputato una buona partita a livello difensivo ed il risultato per noi è stato negativo, ma supereremo questa situazione. Attendiamo con ansia il ritorno, perchè questa per noi è stata una lezione. Tutte le partite sono difficili, nessuno pensava di arrivare a San Siro e di vincere facilmente...".

Dalla Spagna, piuttosto che rimarcare la prova dei rossoneri, i media sottolineano come si tratti del "peggior Barça degli ultimi anni", non mancando peraltro di puntare il dito contro l'arbitro Thomson, reo di non aver fermato il gioco sul presunto fallo di Zapata da cui è nato il goal del vantaggio milanista di Boateng. "Mani in alto", è l'eloquente titolo del 'Mundo Deportivo'.

Sullo stesso argomento