thumbnail Ciao,

Il 'Pazzo' ha commentato la sua prestazione: "Mi sono sacrificato molto, ma quando arrivano queste soddisfazioni tutto passa in secondo piano. Grande prova collettiva".

E' tornato titolare nella serata più bella della stagione del Milan. Pazzini si gode il momento e la grandissima vittoria sul Barcellona, e ribadisce la sua voglia di proseguire a lungo la sua avventura in rossonero anche dopo l'arrivo di Balotelli.

"Mario e' un giocatore importante - dichiara a 'Sky Sport' -  e ci darà una grande mano. Io non ho alcun tipo di problema, sono sicuro do potermi ritagliare i miei spazi. Sappiamo che è il primo tempo, ora ci attende la sfida di ritorno".

Il 'Pazzo' ha poi chiarito meglio la sua situazione ai microfoni di 'Mediaset Premium': "Io non sono triste nè depresso, non voglio andare via. Mario Balotelli ci può dare una grande mano, ma io voglio rimanere".

Poi si è concentrato completamente sulla partita: "Per me è stata una gara di grande sacrificio. Ho dovuto correre molto e toccare pochi palloni. Quando, però, ci sono queste soddisfazioni tutto passa in secondo piano. Sapevamo di dover correre molto se volevamo battere questo Barcellona. Queste sono gare fantastiche, momenti che uno sogna fin da quando è bambino".

Il goal stasera non è arrivato, ma l'attaccante rossonero confida nel ritorno..."Sapevamo tutti la difficoltà della partita, siamo stati bravi nel ripartire. Il Barcellona è la squadra migliore del mondo e per vincere è servita una grande prova collettiva. Al Camp Nou non dovremo solo difendere ma anche provare il goal".

Sullo stesso argomento