thumbnail Ciao,

Il difensore del Barca non vuole tuttavia cercare scusanti: "Abbiamo giocato male, non c'entra il campo o l'arbitro...anche se il fallo di mano era chiarissimo".

E' un Piquè dalle due facce quello post Barcellona-Milan. C'è quello che ammette una sconfitta meritata e quello che non digerisce alcune decisioni dell'arbitro e critica il modo di giocare dei rossoneri, a suo modo di vedere in pieno stile italiano.

"Non è colpa del campo, non è colpa dell'arbitro, anche se il loro gol è viziato da un fallo di mano: abbiamo giocato molto male, non abbiamo trovato la rete in avvio nonostante la nostra supremazia. Abbiamo creato tante occasioni da gol, dobbiamo fare molto di più per passare. Vincere a San Siro è difficile e il Milan ha tenuto alto il ritmo. Lo ripeto, abbiamo giocato male", le parole del difensore spagnolo ai microfoni di 'Sky Sport'.

Decisamente meno diplomatiche, invece, le dichiarazioni rilasciate a 'Barca Tv', il canale ufficiale dle club catalano: "Il risultato è troppo duro, ma questo fa parte del calcio. Stasera ci hanno dato una lezione di catenaccio all'italiana. Ho protestato e preso il giallo perché il fallo di mano sul gol era chiarissimo. Non so come ha fatto a non vederlo".

Sullo stesso argomento