thumbnail Ciao,

2-0 Milan al Barcellona, Allegri non si accontenta: "Peccato non averli uccisi con la terza rete, al ritorno serve un goal"

Il tecnico rossonero ragiante nel post gara, ma il rammarico per aver sprecato alcune occasioni rimane: "Ho visto qualche bischerata. Ora pensiamo al derby".

Qualcuno lo ha definito il migliore in campo. Senza dubbio Max Allegri ha preparato alla perfezione Milan-Barcellona, vinta dai rossoneri per 2-0. Muntari e Boateng hanno segnato, lui può godersi il suo capolavoro nell'andata degli ottavi di Champions.

"Credo che la squadra abbia fatto una grande partita" le prime parole a 'Sky Sport' nel dopo gara. "Nel primo tempo dovevamo sfruttare meglio alcune palle, forse quando avevano palla loro sugli esterni abbiamo lasciato un po' troppo. Abbiamo meritato questo punteggio, potevamo cercare il 3-0".

Rimane il rammarico per aver sprecato qualcosa: "Peccato non aver ucciso l'avversario con la terza rete, sopratutto perchè è il Barcellona, perchè ci sarà un ritorno. Questi ragazzi stanno migliorando come squadra, come condizione fisica. Abbiamo avuto una bella gestione palla alla fine, anche se ho visto qualche bischerata alla fine.

Subito sguardo al futuro: "Nessuno toglierà questa serata, ma dobbiamo pensare al derby e fare risultato. Bisogna fare goal al Camp Nou, hanno una media realizzativa importante in casa. Servirà fare partita accorta, migliore di oggi in fase offensiva. Pazzini ha fatto una grande partita molto importante".

E' la serata che porta i rossoneri ad un nuovo livello: "Vittoria della società, della squadra. Mi hanno tenuto, hanno dato fiducia, abbiamo comprato Balotelli. Sono sicuri di passare il turno? Non c'è niente di sicuro nel calcio, di certo non si aspettava nessuno questo risultato. Primo goal irregolare? Episodi, come l'ammonizione a Puyol che non c'è stata e doveva esserci...".

Guai a parlare di sorte favorevole ad Allegri: "Non è stata questione di fortuna, perché loro non hanno fatto un solo tiro in porta...".

Sullo stesso argomento