thumbnail Ciao,

Galliani confida nel Milan: "Il Barcellona ha Messi, ma non sempre i favoriti vincono..."

L'ad rossonero è ottimista in vista del big match di San Siro: "Non partiamo battuti, firmerei per rigiocarci contro anche l'anno prossimo". Rosell: "Il Milan è sempre il Milan".

Adriano Galliani lancia il guanto di sfida al Barcellona in vista della supersfida di stasera e si mostra fiducioso nel suo Milan: "Loro sono favoriti perchè hanno Messi, che è il più forte di tutti i tempi, ma non sempre i favoriti vincono...", ha affermato l'ad rossonero.

Il dirigente del club di via Turati, all'esterno del Ristorante 'da Giannino' dove è in corso il pranzo che anticipa il big match di San Siro e al quale ha preso parte anche il presidente del Barça Sandro Rosell, si è detto impaziente per l'inizio della gara: "E' molto bello vivere questi eventi. Per noi, oggi, è un giorno importante perché ricorre il 27esimo anniversario dell’acquisizione del Milan da parte di Silvio Berlusconi. Anche la nostra Fondazione oggi compie 10 anni. Il 20 febbraio per il Milan è una data molto significativa. Questa sera non partiamo battuti e siamo in corsa per 2/3 dei nostri obiettivi stagionali".

"Incontriamo anche quest’anno il Barcellona e giocheremo con gioia questa partita e firmerei fin d’ora se mi dicessero che lo incontreremo anche l’anno prossimo - ha proseguito Galliani - Giochiamo contro la squadra certamente più forte del mondo".

Il pronostico, dunque, secondo Galliani è più aperto che mai: "Il Barcellona è il club più forte del Mondo ed è favorito. Ha in squadra il giocatore più forte di tutti i tempi che è Leo Messi ed ha un centrocampo stellare che mi piace molto. Ma non sempre i favoriti vincono. Non voglio essere né pessimista né ottimista in merito alla partita. Godiamocela".

Su Bojan ed El Shaarawy, il dirigente ha affermato: "Per quanto riguarda il primo, abbiamo tempo fino al 31 maggio per decidere. Del suo riscatto ne parleremo più avanti. Stephan è un giocatore che sta crescendo molto. E’ un ragazzo di 20 anni ma è dotato di un grande talento. Ormai lo conoscono in tutta Europa. Anche noi abbiamo dei buoni giocatori e ci apprestiamo a giocare con gioia questa partita".

Infine, un auspicio per il proseguio dell'annata: "Piace esserci in queste partite e speriamo di conquistare, attraverso il campionato la Champions del prossimo anno. E' bello essere in questo momento della stagione con tutte queste partite decisive. Berlusconi? Non sappiamo se il presidente sarà presente o meno questa sera allo stadio".

Il patron dei catalani, Rosell, ha rilasciato poche ma significative dichiarazioni che lasciano intendere quanto i 'blaugrana' rispettino i rossoneri: "Quella di stasera sarà una grande partita, il Milan èsempre il Milan'', ha detto il massimo dirigente iberico.

Sullo stesso argomento