thumbnail Ciao,

Il tecnico del club turco ha messo in guardia i suoi: guai a sottovalutare i tedeschi, finora imbattuti in Champions. Ancora incerto l'utilizzo dal 1' del bomber ivoriano.

"Stiamo studiando da tempo lo Schalke, i media vogliono farlo sembrare come una squadra debole, ma non è affatto così". Fatih Terim, tecnico del Galatasaray, non si fida. Sa che probabilmente i suoi, forti degli innesti invernali di Drogba e Sneijder, potrebbero apparire come i favoriti, ma è meglio volare bassi.

"Non importa quanti infortunati hanno, quella tedesca è sempre una grande squadra - le parole del tecnico turco in conferenza-stampa - Non hanno perso una sola gara nel loro girone. Dovremo essere concentrati. Se riusciremo ad eliminare i nostri avversari, diranno che sarà stato facile, ma noi non dobbiamo assolutamente sottovalutare lo Schalke".

La squadra, ammette, sta vivendo "un periodo di transizione dopo gli arrivi di Drogba e Sneijder. Didier ha giocato solo mezzora con noi, deciderò se schierarlo titolare stasera o domattina. Di certo l'esperienza che ha, oltre a quella di Sneijder, aumenterà le nostre chances. Wesley è un giocatore molto intelligente, siamo lieti del suo inserimento in squadra così rapido, è destinato a crescere sempre di più".

A parte le due superstar, e il bomber Burak Yilmaz, c'è un altro giocatore, secondo Terim, che "merita di essere menzionato, ed è Selcuk Inan. E' molto importante per noi".

I tedeschi non sanno ancora se potranno contare sul loro cannoniere Huntelaar, alle prese con un problema all'occhio: "Non so se giocherà o meno, ma lo Schalke ha anche tanti altri giocatori di qualità. Loro sono pericolosi come gruppo, non dobbiamo soffermarci sulle individualità".

Sullo stesso argomento