thumbnail Ciao,

Anche il centrocampista della Juventus mette poi in guardia dal 'pericolo rossonero' in ottica campionato: "Il distacco tra noi e loro è importante però dobbiamo stare attenti".

Già qualche giorno fa Andrea Pirlo aveva messo tutto l'ambiente della Juventus sull'attenti in vista del match di ritorno degli ottavi di Champions League contro il Celtic: guai a dare per scontato il passaggio del turno, alla luce dell'imprevedibilità del calcio.

Il bresciano allora aveva citato la 'fatal Istanbul' del suo vecchio Milan, allorquando i rossoneri si fecero clamorosamente rimontare nel secondo tempo una finale di Champions già vinta.

E adesso Pirlo tira fuori dal suo personale album di incubi un altro precedente della sua precedente vita al Diavolo, il disastro di La Coruna del 2004: "Non abbiamo il passaggio del turno in tasca. Ricordo che un anno vincemmo sempre in Champions all'andata 4-1 e al ritorno venimmo eliminati perdendo 4-0...".

Quanto al campionato, anche il buon Andrea è d'accordo col suo allenatore, in questo finale di stagione sarà meglio tenere d'occhio qualcun altro oltre al Napoli... "Non abbiamo affrontato l'impegno contro la Roma nel migliore dei modi ma certe partite storte possono succedere - premette - Dobbiamo guardare avanti e puntare a riscattarci nella prossima gara".

"Il nostro obiettivo primario rimane il campionato mentre la Champions è un sogno che vogliamo cullare di partita in partita. Domenica la Samp ci ha fatto un piacere fermando il Napoli ma il discorso scudetto non è affatto chiuso - conclude Pirlo - Il Milan con Balotelli è in crescita, il distacco tra noi e i rossoneri è importante però dobbiamo stare attenti...".

Sullo stesso argomento