thumbnail Ciao,

L'ex centrocampista rossonero dispensa consigli in vista dell'andata degli ottavi di Champions: "In fase di possesso si deve rischiare di andare qualche volta uno contro uno".

Demetrio Albertini, vicepresidente delle Federcalcio, non ha dimenticato il suo passato al Milan. In occasione della sfida contro il Barcellona valida per l’andata degli ottavi di Champions League, l’ex centrocampista rivela la ricetta per battere i catalani.

“La filosofia di gioco del Barcellona – ha detto dalle pagine del 'Corriere della Sera' - è basata sul possesso palla non sterile: aggrediscono gli avversari nella loro metà campo. Li inducono a difendersi sempre più indietro, così loro intanto guadagnano metri preziosi”.

Ragion per cui, continua l’ex campione rossonero:Il Milan non deve tornare troppo indietro. E in fase di possesso deve rischiare di andare qualche volta uno contro uno. Gli attaccanti non possono fare i difensori: se Boateng o Pazzini sono a 40 metri dalla porta non possono fare male”.

Come dire, bisogna non aver paura e giocaserla alla pari. Anche se sulla carta il pronostico è nettemante a favore di Messi e compagni. E proprio ai catalani, con la loro "Cantera", hanno ispirato il progetto di ringiovanimento dei rossoneri.

A proposito, Albertini, conclude: “In questo serve molta programmazione, altrimenti i giovani si ritrovano con responsabilità più grandi di quelle che in teoria spetterebbero loro”.

Sullo stesso argomento