thumbnail Ciao,

Lennon ammette la superiorità della Juventus, ma sull'arbitraggio ha da ridire: "Ogni volta che siamo entrati in area era rigore..."

L'allenatore del Celtic, in particolar modo, ha sottolineato come la sua squadra sia andata troppo in bambola negli ultimi 10 minuti della partita.

L'atmosfera del Celtic Park e la prestazione tutto cuore della squadra di Lennon non è servita per poter uscire dal campo con un risultato positivo contro la Juventus. Ecco il commento del tecnico scozzese al termine del match che ha visto i padroni di casa soccombere per 3-0.

"Nei dieci minuti finali la mia squadra merita un voto molto basso per la prestazione, penso che possa oscillare tra il tre ed il quattro. E' stato un peccato, perchè dopo il primo goal della Juventus avevamo reagito bene e creato alcune occasioni per pareggiare".

Il risultato non dà alcuna speranza per la gara di ritorno: "Dobbiamo considerare questa partita di oggi come una bella esperienza che ci dovrà servire per il futuro".

Peggiore in campo Ambrose, rientrato stamane dal Sudafrica dopo la Coppa d'Africa: "E' stata una scelta obbligata quella di metterlo in campo nonostante tornasse dalla Coppa d'Africa, non avevo altre scelte. Chiaro che abbia fatto un grosso errore in occasione del primo goal della Juventus".

La conclusione è però una piccola polemica nei confronti dell'arbitraggio dello spagnolo Undiano Mallenco: "Non so che tipo di arbitraggi abbiano in Italia, ma ogni volta che siamo entrati in area di rigore c'era un penalty per noi".

Sullo stesso argomento