thumbnail Ciao,

Tra qualificazione alle fase a gironi, bonus Uefa ed introiti vari la Juve ha già ottenuto circa 17 milioni di euro. che potrebbero diventare più di 35 con la vittoria della coppa.

Con l'imminente arrivo dell'epoca del fair play finanziario i milioni occorrerà sudarseli. E' la principale fonte di introiti in Europa è sicuramente la Champions League. La Juventus lo sa bene e proprio per questo battere il Celtic non è importante soltanto dal punto di vista della gloria. Può risolvere il grande dilemma degli ultimi anni...

Quello del top player. I bianconeri hanno infatti guadagnato soltanto tra qualificazione alla fase a gironi e bonus derivanti - 1 milione a vittoria, 500.000 per il pareggio - circa 17 milioni di euro. La sfida col Celtic, senza considerare i 3,5 per l'appodo agli ottavi, ne vale complessivamente 7: 3,9 per il passaggio del turno, 2,5 dalla vendita dei biglietti e qualche altro 'spicciolo' derivante dagli incassi dovuti alle sinergie aziendali.

Complessivamente, come evidenzia la 'Gazzetta dello Sport', arrivando fino in fondo la Juve metterebbe da parte un gruzzoletto da 30-35 milioni di euro. La vincitrice della coppa percepirà un premio di 10,5 milioni, mentre la seconda classificata 6,5. Senza considerare l'appeal che suscita alzare al cielo il trofeo dalla grandi orecchie.

Tutto porta quindi ad un'unica conclusione: con quei milioni la Juve sarebbe libera di soddisfare i propri desidere di mercato. I Surarez, gli Jovetic o i Sanchez non rimarrebero soltanto una suggestione. Il percorso verso la conquista della Champions (e del top player) inizia dal Celtic Park.

Sullo stesso argomento