thumbnail Ciao,

L'estremo difensore dei londinesi guarda indietro: secondo il ceco la causa massima dell'eliminazione è la rimonta subita in casa contro i bianconeri da 2-0 a 2-2.

Non era mai successo: da quando esiste la Champions League, infatti, la squadra Campione in carica non era mai uscita nella fase a gironi, o comunque la prima fase con tutte le big in campo. C'è riuscito il Chelsea in questa stagione.

Juventus prima nel girone, Shakhtar seconda: i londinesi, prima con Roberto Di Matteo e poi con Rafa Benitez, sono stati eliminati dalla massima competizione europea e retrocessi, con la terza piazza, nella meno prestigiosa Europa League.

Dopo la larghissima vittoria nell'ultimo turno ha parlato Petr Cech, estremo difensore dei londinesi. Mea culpa e rimpianti guardando indietro nella competizione: "Dobbiamo metterci in testa che siamo tutti sulla stessa barca, giocatori e dirigenti".

"Abbiamo perso due partite nel girone, ma credo che la vera differenza sia stato il pareggio casalingo con la Juventus: vincevamo 2-0 e ci siamo fatti raggiungere, commettendo un vero pasticcio. Lì abbiamo fatto un vero casino, non si può definirlo altrimenti".

Sullo stesso argomento