thumbnail Ciao,

Il tecnico portoghese non del tutto soddisfatto della prestazione dei suoi contro l'Ajax: "Se non avessi fatto quei cambi per equilibrare la squadra penso che non avremmo vinto".

"Il Pallone d'Oro è già assegnato". Non ha dubbi Josè Mourinho: sarà ancora una volta Lionel Messi ad aggiudarsi il trofeo messo in palio dalla FIFA e dalla rivista 'France Football'. Il tecnico portoghese, intervistato al termine di Real Madrid-Ajax, ha lasciato però intendere di non gradire le dinamiche intorno a questo premio: "Quando i pezzi grossi del calcio parlano e fanno la campagna che stanno facendo già sai che non c'è niente da fare", ha dichiarato riferendosi ai consensi espressi nei confronti di Messi in queste settimane. Il suo pupillo Cristiano Ronaldo sarà dunque costretto ancora una volta ad accontentarsi del secondo posto.

Mourinho ha poi commentato la prestazione dei suoi contro i 'Lancieri', sottolineando di non essere del tutto soddisfatto nonostante il poker rifilato alla squadra di De Boer: "Nel primo tempo abbiamo giocato con dieci giocatori. Ma durante alcuni momenti del secondo tempo abbiamo difeso in quattro e attaccato in sei. Se non avessi fatto quei cambi per equilibrare la squadra penso che non avremmo vinto".

Il passaggio del turno però lo riempie d'orgoglio: "Quando sono arrivato qui il Real non era testa di serie e non superava gli ottavi di finale. Non siamo mai arrivati all'ultima gara per decidere la qualificazione, in diciotto partite ne abbiamo persa una, l'anno scorso le abbiamo vinte tutte battendo un record".

Non manca una frecciata al City di Mancini: "Quest'anno nel 'gruppo della morte' abbiamo fatto undici punti e i campioni d'Inghilterra non vanno neanche in Europa League..."


Sullo stesso argomento