thumbnail Ciao,

Il Papero si era fermato proprio dopo la rete siglata in Champions contro l'Anderlecht, nella serata in cui aveva reclamato maggiore spazio nell'undici titolare.

Il calvario di Alexandre Pato non conosce fine. L'attaccante brasiliano, infortunatosi nuovamente nella vittoriosa trasferta di Champions a Bruxelles, vede allungarsi i tempi di recupero. Allegri ieri ha seccamente negato la possibilità che il Papero torni a disposizione del Milan per la gara di campionato contro il Torino.

A questo punto non è da escludere che lo staff medico rossonero, visti anche i precedenti, non decida di procedere con estrema cautela, allungando i termini della guarigione fino all'anno nuovo.

L'infortunio occorso in Belgio ha interessato peraltro la già tanto martoriata coscia, infortunio che non aveva impedito a Pato di segnare nel finale la rete del definitivo 1-3. E proprio nel dopo gara di Champions il brasiliano si era presentato davanti ai microfoni reclamando maggiore spazio nell'undici base e ventilando un suo possibile addio al rossonero.

Il nuovo infortunio ovviamente allontana però l'ipotesi cessione a gennaio, nessuna società europea infatti sarebbe pronta ad investire su un giocatore lontanissimo da una condizione fisica accettabile, ed il Milan dal canto suo non ha alcuna intenzione di svendere.

In casa rossonera invece scalpita sempre più Giampaolo Pazzini che stasera, contro lo Zenit, farà di tutto per mettersi in mostra e siglare un goal europeo che gli manca ormai da troppo tempo. Il Pazzo si è già tolto qualche soddisfazione in Champions League con la maglia dell'Inter, e andrà alla caccia del primo centro in rossonero.

Goal che potrebbe servirgli per recuperare qualche posizione nelle gerarchie offensive di Allegri. Con il passaggio al 4-3-3, e l'introduzione del 'falso nueve' alla spagnola, gli spazi per Pazzini si sono infatti molto ristretti. Chissà che una rete contro i russi non convinca il tecnico livornese dell'importanza di avere una prima punta come lui nell'undici titolare rossonero.

Sullo stesso argomento