thumbnail Ciao,

Il tecnico della Russia assisterà alla sfida di Champions tra Milan e Zenit: "Qui per vedere all'opera i miei giocatori, il successo dei manager italiani all'estero è in crescita".

Fabio Capello a San Siro per osservare il suo presente contro il suo passato ricco di successi. Il ct della Russia assisterà con molto interesse a Zenit-Milan, sia per valutare molti dei suoi nazionali presenti nella rosa del club di San Pietroburgo, che per constatare dal vivo i progressi dei rossoneri.

'Don Fabio' si è infatti soffermato sul buon momento del Milan: "La squadra ha ritrovato fiducia dopo la vittoria con la Juventus - ha detto ai microfoni di 'Sky Sport' - . Ci vuole tempo per ritrovarsi, la classifica era carente. Come risultati ora i rossoneri si esprimono come le attese di inizio stagione.  E' molto importante anche la vicinanza della società, il presidente Berlusconi  è bravo a sostenere la squadra".

Parole d'elogio soprattutto per El Shaarawy, di cui è rimasto molto impressionato: "L'ho seguito nelle scorse stagioni quando il suo potenziale non era espresso al massimo, ora sta mostrando le sue doti. In campo prende sempre la decisione giusta con grande velocità, inoltre inquadra sempre la porta avversaria".

Il punto di Capello sulla Serie A: "La seguo di più nell'ultimo mese, ho visto che c'è stata la crescita di Milan, Napoli, Roma e a sorpresa la Lazio". E quello sugli allenatori italiani all'estero: "Sono qui perché ho tanti calciatori nel giro della nazionale in forza allo Zenit. Per gli italiani è bello vedere che un connazionale ha successo all'estero - conclude - , la scuola degli allenatori del nostro Paese è positiva e raggiunge sempre grandi risultati".

Sullo stesso argomento