thumbnail Ciao,

Il tecnico rossonero farà diversi cambi rispetto alle formazioni schierate nelle ultime settimane: dovrebbe rientrare dal primo minuto anche Abate, ormai recuperato.

Chiamarlo Milan B sarebbe forse troppo ma nell'undici che Massimiliano Allegri manderà in campo domani sera contro lo Zenit San Pietroburgo ci saranno tante novità rispetto alle formazioni schierate nelle ultime giornate di campionato. Un turnover necessario, consentito dalla qualificazione agli ottavi di Champions già archiviata, anche se in via Turati ci tengono a chiudere il girone con una vittoria per portare a casa i milioni garantiti dall'UEFA per ogni successo nella competizione.

A guidare il Diavolo anti-Zenit sarà Kevin Prince Boateng, rigenerato dal primo goal stagionale, firmato a Catania nell'anticipo di venerdì sera. Il ghanese, che salterà la gara di Torino per squalifica, formerà il tridente offensivo insieme a Pazzini e Bojan, che hanno avuto minutaggio ridotto nelle ultime gare a causa del ritorno tra i titolari di Robinho che, come El Shaarawy, è destinato a rifiatare in occasione della sfida contro la squadra di Spalletti.

Novità anche a centrocampo, dove non ci sarà Riccardo Montolivo, nuovo 'capitan futuro' rosssonero: l'ex viola, tra i più impiegati in questa stagione, lascerà il posto ad Emanuelson mentre Nocerino e De Jong verranno rimpiazzati rispettivamente da Flamini e Ambrosini. Non è da escludere che visti i tanti cambi Allegri possa optare anche per una variazione di modulo, ritornando al 4-2-3-1 con l'avanzamento di Emanuelson sulla linea dei trequartisti.

In difesa, salvo sorprese, si rivedrà Abate, che è tornato ad allenarsi col gruppo e dovrebbe prendere il posto di De Sciglio. Sulla sinistra ci sarà Constant (soprattutto per mancanza di alternative, visto che Mesbah, che è tornato a giocare con la Primavera, non è ancora pronto) mentre la coppia centrale sarà formata da Zapata e uno tra Acerbi e Yepes, considerata la squalifica di Mexes e l'indisponibilità di Bonera.

Ancora un rebus il ruolo di portiere: Abbiati migliora ma probabilmente non verrà rischiato, per questo sembra Amelia il candidato principale ad una maglia da titolare. Non è però da escludere che Allegri possa lanciare nella mischia Gabriel, giovane portiere brasiliano che incuriosisce anche Berlusconi.

Durante il corso del match potrebbero trovare spazio anche i due baby della Primavera che sono stati aggregati alla prima squadra: il centrocampista Cristante (che ha già esordito in Champions lo scorso anno) e l'attaccante Petagna, entrambi classe 1995. Fuori dai giochi invece Niang, che non è stato incluso nella lista consegnata all'UEFA per la fase a gironi.

Sullo stesso argomento